Nel ventesimo anniversario della morte di Fabrizio De André, Genova celebra il proprio cantautore simbolo. Centinaia di persone si sono ritrovate da tutta Italia e hanno trascorso ore in coda per assistere a “Il mio Fabrizio”, una collezione di ricordi di chi ha amato e conosciuto Faber in vita. Nella sala del maggior consiglio di Palazzo Ducale hanno portato una testimonianza l’ex moglie Dori Ghezzi, il figlio Cristiano, l’amico e cantautore Gino Paoli, oltre a Fabio Fazio, Neri Marcorè e Morgan. Alla fine dell’incontro, l’ex frontman dei New Trolls Vittorio de Scalzi, Marcorè e Mauro Pagani hanno improvvisato sulle note di Crêuza de mä, uno dei maggiori successi di De Andrè.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: se credi nelle nostre battaglie, combatti con noi!

Sostenere ilfattoquotidiano.it vuol dire due cose: permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, gratuito per tutti. Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte per portare avanti insieme le battaglie in cui crediamo con idee, testimonianze e partecipazione. Il tuo contributo è fondamentale. Sostieni ora

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Hermann Nitsch a Mantova, animalisti all’attacco per opere con carcasse e sangue. La replica: “Artista tra più quotati”

next
Articolo Successivo

Murakami compie 70 anni. E ancora nessuno sa decifrare il mistero della sua scrittura

next