Macchie e imperfezioni sulla pelle? Una possibile soluzione arriva dalla tecnologia, con Opté Precision Skincare System di P & G Ventures. Il prodotto è stato presentato ufficialmente al Consumer Electronic Show di Las Vegas e consiste in una combinazione di tecnologia ottica, algoritmi proprietari, tecnologia di stampa e soluzioni per la cura della pelle.

Si tratta di una “penna” tecnologica che scansiona, rileva e corregge l’iperpigmentazione della pelle. La promessa del produttore è di restituire una pelle uniforme, mediante l’impiego di quattro tecnologie. La prima a scendere in campo è la luce di scansione a LED blu, che massimizza i contrasti nella melanina cutanea, in modo da rilevare macchie di colore che non sono ancora evidenti a occhio nudo. A questo punto entra in gioco una minuscola fotocamera digitale integrata, che acquisisce 200 immagini della pelle al secondo, per un totale di circa 24.000 immagini ad ogni utilizzo. È grazie al LED blu che la fotocamera riesce a catturare fino a tre volte più macchie di quelle percepibili dall’occhio umano.

 

https://www.youtube.com/watch?time_continue=77&v=B7qzb8ptH3U

È la volta del software, più precisamente dell’algoritmo Precise Color, che elabora 70.000 linee di codice per determinare dimensione, forma e intensità di ogni macchia della pelle. In ultimo, una stampante Micro Serum Jet a getto d’inchiostro termico con 120 ugelli più sottili di un capello umano, deposita 1.000 gocce da 1 picolitro (un millesimo di miliardesimo di litro) di uno speciale siero brevettato su ogni macchia della pelle.

Il siero, che ha anche azione anti UV, è composto da tre gruppi di ingredienti chiave: pigmenti minerali che forniscono una copertura immediata, schiarenti che riducono l’aspetto delle macchie, e idratanti che aiutano la pelle a rimanere idratata. Sono contenuti in cartucce sostituibili che hanno una durata di due mesi.

 

https://www.youtube.com/watch?time_continue=16&v=zXvvFA5IDJs

La soluzione, dietro a cui ci sono oltre 40 brevetti, ha richiesto la collaborazione con scienziati ed esperti di tutti i settori per ottenere quello che l’azienda definisce un “dispositivo all’avanguardia”. Per il momento per avere un’idea del funzionamento dobbiamo attenerci ai video ufficiali diffusi da P & G, che vedete in questa pagina. Prendiamo nota del fatto che i giornalisti della BBC e di VentureBeat che l’hanno provato a Las Vegas ne sono rimasti impressionati. Per poterlo provare l’attesa è un po’ lunga: per la disponibilità commerciale si parla di inizio 2020.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Diventa Sostenitore
Articolo Precedente

Tesla, Elon Musk è al lavoro su un sistema per produrre energia rinnovabile in Grecia: piano al vaglio del parlamento

prev
Articolo Successivo

Ecco la prima scheda di memoria SDXC da 1 terabyte per i professionisti di foto e video

next