Dopo le polemiche per i ticket d’ingresso a 5 euro, il “Meraviglioso Natale” di Polignano a Mare torna a far parlare. Secondo quanto riporta la Gazzetta del Mezzogiorno, l’organizzatore di quello che doveva essere l’evento per eccellenza dell’inverno pugliese, è sparito nel nulla. Al momento cioè di regolare i conti con l’amministrazione comunale l’imprenditore, Michele Lestingi, si è dato alla macchia. “Ci deve dei soldi”, dicono dal Comune.

La manifestazione, scrive sempre la Gazzetta, si è svolta nel rispetto delle regole, anche se con modalità particolari per la località che ha dato i natali a Domenico Modugno. La giunta, infatti, ha concesso a Lestingi, in quanto presidente dell’associazione organizzatrice GPuglia, gli spazi pubblici per organizzare l’evento, di fatto rendendoli ‘privati’. In pratica, si legge nella delibera del 22 ottobre 2018, all’associazione di imprenditori veniva dato il permesso di organizzare l’iniziativa, che prevedeva l’istallazione di luminarie per tutto il paese e il pagamento di un biglietto d’ingresso al borgo. GPuglia avrebbe solo dovuto occuparsi della sicurezza dell’evento (e dei relativi permessi) e pagare la tassa di occupazione del suolo pubblico per tutta la durata della manifestazione (dal 16 novembre all’Epifania).

Un mistero, per ora, dove sia finito Lestingi. Un altro dubbio che si aggiunge a quello già sollevato da alcuni cittadini: su 500mila partecipanti, infatti, ci sarebbero stati solo 120mila biglietti venduti.