Sono quattro anni senza te, papà meraviglioso“. Era il 4 gennaio del 2015 quando Pino Daniele moriva durante il tragitto in ospedale dopo un malore avuto mentre si trovava nella sua casa di Magliano, in Toscana, assieme alla sua compagna. Sono passati quattro anni da allora e oggi la figlia Sara, avuta dalla seconda moglie Fabiola Sciabbarrasi, ha voluto ricordare il grande cantautore napoletano con un commosso messaggio su Instagram.

“Passano gli anni ma quello che hai lasciato a ognuno di noi è sempre presente. Più cresco, e più realizzo e apprezzo l’uomo meraviglioso che sei stato sia come persona, che come padre“, scrive Sara Daniele pubblicando una foto di lei bambina con il padre Pino. “Grazie perché tutto quello che mi hai detto e insegnato, lo porto nel mio cuore tutti i giorni – continua la 21enne -. Spesso la gente mi chiede come si fa a gestire un lutto, la risposta è: non si fa, si va avanti. Ed io vado avanti a testa alta sempre, proprio come facevi tu. Ti amo”. I colleghi – da Jovanotti ad Antonello Venditti, da Giorgia ai Negroamaro – l’hanno ricordato lo scorso giugno, con un lunghissimo concerto collettivo di oltre cinque ore, nella sua Napoli.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Nonna “porno” chiama “I Lunatici” e racconta: “Io e mio marito facevamo l’amore guardando i film di Rocco Siffredi, ora sono sola e cerco compagnia”

next
Articolo Successivo

Nadia Toffa, basta con le parrucche: “Al mio amore piaccio così”

next