La Svezia compie un altro passo verso l’obiettivo di diventare il primo paese scandinavo “libero” da fumo entro il 2025. È stata approvata infatti, dal Parlamento svedese (Riksgaden), una nuova legge – passata con 142 voti favorevoli e 120 contrari – che estende il divieto di fumo, a partire dal 1 luglio 2019anche ai parchi gioco, alle banchine di attesa dei treni nelle stazioni ferroviarie, nei ristoranti all’aperto e all’ingresso dei luoghi consentiti ai fumatori. Nei bar e nei ristoranti il divieto esiste già dal 2005.

In Svezia il fumo è attualmente consentito in aree fumatori designate nella maggior parte dei luoghi di lavoro e luoghi pubblici. Secondo dati ufficiali nel 2016 solo l’11% dei 10 milioni di svedesi fuma tutti i giorni con regolarità e circa il 10% solo occasionalmente.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Gilet gialli, manifestante investito e ucciso ad Avignone. Appello del governo: “Sabato restate a casa”

next
Articolo Successivo

Salvini, chiamare terroristi i militanti di Hezbollah è un assist per Israele

next