Tra Amanda e il suo lampadario è stato amore a prima vista. Così, dopo esserselo tatuata sul braccio, ha deciso di sposarlo. È tutto vero: la 34enne soffrirebbe infatti di “oggettofilia“, una sindrome che porta le persone ad avere un’attrazione sentimentale e sessuale per un determinato oggetto. Come riporta il Mirror, la donna, nata a Leeds nel Regno Unito, avrebbe raccontato di aver avuto un vero e proprio colpo di fulmine per questo lampadario, che avrebbe trovato su eBay. Poi l’acquisto e la decisione del tattoo e delle nozze. Amanda soffrirebbe di questa sindrome fin dall’adolescenza: a 14 anni si era già innamorata di una batteria e poi della Statua della Libertà, tanto da cambiare il suo cognome in Liberty.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Perde l’anello di matrimonio nel water e l’idraulico lo ritrova in un tombino a cento metri da casa sua, dopo tre anni

prev
Articolo Successivo

James Bond avrebbe un grave problema di alcolismo

next