Una nuova asta di Btp bandita dal Tesoro si è chiusa con rendimenti in calo ma una domanda inferiore a quella registrata nelle precedenti emissioni. Il ministero dell’Economia ha assegnato tutti i 4,25 miliardi di euro di titoli di Stato e il tasso sul titolo a cinque anni, venduto per 2 miliardi, è sceso al 2,35% dal 2,58% precedente mentre quello sul decennale, venduto per 2,250 miliardi, è calato al 3,24% dal 3,36%.

La domanda per i titoli a 5 anni è in calo a 1,34 volte da 1,48 precedente e quella per i titoli a 10 anni a 1,41 da 1,49. Il Tesoro ha anche collocato 609 milioni di euro di Ccteu con scadenza ottobre 2024 ad un tasso del 2,22% e 641 milioni di euro di Ccteu con scadenza settembre 2025 a un tasso del 2,31%.

Due giorni fa il Tesoro ha cancellato le aste di titoli a medio-lungo termine previste per il 13 dicembre motivando la decisione con “l’ampia disponibilità di cassa e le ridotte esigenze di finanziamento”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Successivo

Fisco, ultima chiamata per rottamazione bis oppure niente ter: dove si paga

next