Una nuova asta di Btp bandita dal Tesoro si è chiusa con rendimenti in calo ma una domanda inferiore a quella registrata nelle precedenti emissioni. Il ministero dell’Economia ha assegnato tutti i 4,25 miliardi di euro di titoli di Stato e il tasso sul titolo a cinque anni, venduto per 2 miliardi, è sceso al 2,35% dal 2,58% precedente mentre quello sul decennale, venduto per 2,250 miliardi, è calato al 3,24% dal 3,36%.

La domanda per i titoli a 5 anni è in calo a 1,34 volte da 1,48 precedente e quella per i titoli a 10 anni a 1,41 da 1,49. Il Tesoro ha anche collocato 609 milioni di euro di Ccteu con scadenza ottobre 2024 ad un tasso del 2,22% e 641 milioni di euro di Ccteu con scadenza settembre 2025 a un tasso del 2,31%.

Due giorni fa il Tesoro ha cancellato le aste di titoli a medio-lungo termine previste per il 13 dicembre motivando la decisione con “l’ampia disponibilità di cassa e le ridotte esigenze di finanziamento”.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Techint, Paolo Rocca sotto inchiesta per corruzione in Argentina. Il cda gli conferma la fiducia

prev
Articolo Successivo

Fisco, ultima chiamata per rottamazione bis oppure niente ter: dove si paga

next