Il capogruppo M5S al Senato Stefano Patuanelli sui senatori dissidenti Nugnes e De Falco non usa mezzi termini: “Stiamo valutando quali provvedimenti mettere in campo, ci sono differenti livelli, ma è giusto riflettere sulla permanenza di queste persone nel nostro progetto. Il gruppo ha le sue regole e le discussioni vanno fatte entro i confini di queste regole”.

“Chi ha deciso di anteporre i propri interessi a quelli del Paese dovrebbe tornarsene a casa. Il grande squallore della politica del passato era quello di sentire promesse che poi non venivano mantenute perché qualcuno pensava prima ai propri interessi, economici, mediatici, ideologici, privati insomma, anteponendoli a quelli del Paese. Siamo stati eletti per dare delle risposte a tutto questo. Ai Genovesi, a chi è stato colpito dal terremoto, dalle alluvioni e altre emergenze. Per essere compatti e portare a casa il risultato”. Così Carlo Sibilia, Sottosegretario all’Interno, commenta il voto dei senatori dissidenti del Movimento 5 Stelle. “Non siamo stati eletti per ergersi ognuno a paladino di se stesso – continua -. E delle proprie convinzioni personali a discapito di quelle di un gruppo intero e del governo”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: il tuo contributo è fondamentale

Il tuo sostegno ci aiuta a garantire la nostra indipendenza e ci permette di continuare a produrre un giornalismo online di qualità e aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per il nostro futuro.
Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Bonafede vs deputati Pd: “Dov’eravate quando Berlusconi e Renzi epuravano giornalisti?”. Scoppia la bagarre e interviene Fico

next
Articolo Successivo

Fraccaro (M5s) vs Pd e FI: “Casalino resta al suo posto”. “Abbia dignità, si dimetta e partecipi al Grande Fratello Vip”

next