Appassionati di cinema d’oltremanica, mano alle agende: il 16 e 17 novembre, allo Spazio Oberdan di Milano, si terrà la prima edizione di UK Film Days Italia, due giorni dedicati al cinema britannico tra proiezioni, anteprime e forum. L’evento è anche l’occasione per la presentazione ufficiale dell’associazione Red Shoes, nata a fine 2017 per essere una finestra permanente sul cinema del Regno Unito in Italia con retrospettive e rivisitazioni del patrimonio classico, dibattiti, seminari e première. Il festival nasce con la collaborazione della Cineteca di Bologna, del Torino Film Festival e della Cineteca Italiana.


Si inizierà venerdì 16 con un omaggio a Lindsay Kemp, artista poliedrico nato in Scozia e morto a Livorno pochi mesi fa: nella sua lunga carriera è stato mimo, attore, ballerino, coreografo e regista di opere teatrali. Maestro di artisti del calibro di Mick Jagger, Kate Bush e Peter Gabriel, è conosciuto soprattutto per il sodalizio artistico con David Bowie. Ospite d’eccezione, il regista e attore livornese Edoardo Gabbriellini, che proietterà in anteprima assoluta alcuni estratti del suo documentario Kemp.

Da non perdere, subito dopo, la proiezione della versione restaurata di Scarpette Rosse (The Red Shoes, da cui l’associazione prende il nome) che proprio nel 2018 compie 70 anni: ci sono voluti più di tre anni per riportare il capolavoro di Powell e Pressburger al nuovo splendore digitale.

La serata di sabato 17 sarà invece dedicata a Vivianne Westwood, stilista inglese anticonformista, con la proiezione in anteprima nazionale del documentario di Lorna Tucker: Westwood. Punk, Icon, Activist. Piera Detassis, direttrice artistica dell’Accademia del Cinema Italiano e direttrice della rivista Ciak, terrà una masterclass dal titolo: “Donne che non chiedono scusa: creatività e autonomia al femminile”. Un incontro sulla figura della designer-attivista di King’s Road, che ha saputo coniugare stile provocatorio, ricerca sartoriale e battaglie per i diritti civili e sociali.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L'abbiamo deciso perchè siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un'informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Diventa Sostenitore

MANI PULITE 25 ANNI DOPO

di Gianni Barbacetto ,Marco Travaglio ,Peter Gomez 12€ Acquista
Articolo Precedente

Toy Story 4, il cult d’animazione Disney Pixar torna al cinema. E la famiglia di giocattoli si allarga

next
Articolo Successivo

Detective Pikachu, addio falsetto: nel nuovo film live action l’iconico Pokémon giallo ha un vocione alla Gigi Proietti

next