A Dubai, città dove il futurismo dei grattacieli si fonde con il giallo ocra del deserto che la circonda, non sopportano di vedere la città “macchiata” da auto sporche. Principalmente se a sporcarle, è proprio quel giallo ocra della sabbia.

Succede così che il municipio dell’emirato, dall’inizio di quest’anno, ha deciso di istituire una sanzione per chi lascia per troppo tempo in sosta la propria auto sporca: questo significa che è ammesso non lavarla per qualche giorno, massimo per qualche settimana. Ma se l’ispettore del municipio dovesse accorgersi che quell’auto posteggiata nello spazio pubblico non viene pulita da almeno un mese, allora scatterebbe la sanzione di 500 Dirham, l’equivalente di poco più di 117 euro: dai primi mesi dell’anno ne sono state emesse 1.073, tra notifiche e contravvenzioni.

L’auto non sarà sanzionata se sporca solo intorno ai fari o magari per un po’ di terra (inevitabile specialmente a Dubai) intorno ai pneumatici o parafanghi, ma solo se questa si sarà resa irriconoscibile nel colore. Una volta notificato il veicolo, il proprietario avrà tempo fino a 15 giorni per pulirla: “se gli automobilisti non prenderanno atto di questa notifica entro il periodo di tempo stabilito, il veicolo verrà confiscato e trasferito presso un autodemolitore” precisa Abdul Majeed Abdul Aziz Al Saifaie, capo del dipartimento di gestione dei rifiuti del municipio di Dubai, “e se mai il proprietario dell’auto sanzionata dovesse rifiutarsi di pagare la contravvenzione, il mezzo sarà venduto all’asta”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te

In questi tempi difficili e straordinari, è fondamentale garantire un'informazione di qualità. Per noi de ilfattoquotidiano.it gli unici padroni sono i lettori. A differenza di altri, vogliamo offrire un giornalismo aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per permetterci di farlo. Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Revisioni auto, speso quasi un miliardo e mezzo di euro nel primo semestre 2018

next
Articolo Successivo

Dieselgate, Audi condannata a pagare una multa da 800 milioni di euro

next