Avevano comprato su TicketOne due biglietti per il concerto degli U2 del 12 ottobre al Mediolanum Forum di Assago. Settore C27, fila 1, posti 7 e 8, “pacchetto vip argento”, quello da veri fan. Ma la coppia, arrivata all’interno del palasport, ha avuto un’amara sorpresa. Una delle due sedute prenotate era inesistente. In quello spicchio di tribuna, infatti, l’ottavo sedile della prima fila è occupato dalle scale di passaggio, quindi non sarebbe neanche vendibile.

La denuncia è arrivata dalla stessa donna che ha comprato il biglietto, Serena, che al Fattoquotidiano.it ha raccontato la vicenda. “Siamo arrivati e il posto non c’era. E dire che l’avevamo pagato, in prevendita, oltre 200 euro, molto più del normale prezzo fissato a 120. Così ci siamo subito rivolti a un addetto della Live Nation (la società che ha organizzato l’evento ndr.) – racconta Serena – Lui ci ha fatto parlare con un’altra ragazza, una hostess dello stadio”. Passano alcuni minuti e marito e moglie perdono le prime tre canzoni del loro gruppo preferito, poi viene proposta loro un’alternativa. “La ragazza ci dice che potevamo entrare nel parterre, ma una volta arrivati lì ci bloccano di nuovo – continua la signora – Secondo loro mio marito doveva rimanere nel posto assegnato, mentre io potevo seguire il concerto da lì”.

Una soluzione che avrebbe costretto i due coniugi a seguire l’evento separati. “Mi sono imposta e alla fine hanno fatto stare entrambi nel parterre. In fondo dove non riuscivamo a vedere nulla“, spiega Serena che racconta anche dello strano processo seguito per prenotare quei due biglietti. “Lo scorso gennaio appena aperte le prevendite, dopo pochi minuti erano già finiti i posti. Abbiamo preso i biglietti con il pacchetto vip per poi scoprire, mesi dopo, che alcuni posti a prezzo più basso erano stati rimessi in vendita sul circuito TicketOne. Una presa in giro“, conclude la donna.

Il problema, però, non sembrerebbe un caso isolato. “Ci è già capitato altre volte – ha spiegato la società che gestisce il Mediolanum Forum – l’errore sembra venire dal sistema di vendita dei biglietti. La mappa ha registrato un posto inesistente, invertendo la prima e l’ultima fila di quel settore, quindi spesso viene venduto il posto 8 della fila 1 e non lo stesso della fila 6“. Una problematica che la Forumnet Spa ha più volte segnalato, ma che, secondo l’azienda, non è di loro competenza. Nessun commento, invece, dalla Live Nation che direttamente si è occupata di organizzare l’evento e che ha risposto al Fattoquotidiano.it di poter parlare solo con la persona direttamente coinvolta nell’errore, cioè Serena.

Il Fatto di Domani - Ogni sera il punto della giornata con le notizie più importanti pubblicate sul Fatto.

ISCRIVITI

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Diego Fusaro: la fidanzata Aurora Pepa si dichiara “vergine”, ma è una fake news. Lui: “Una massa di creduloni”

next
Articolo Successivo

Eleonora Giovanardi, da Zalone al teatro con Gogol: “Sto scrivendo un libro con un monologo dedicato a Checco, che mi ha cambiato la vita”

next