C’è un nuovo colpo di scena nel caso Asia Argento. Il giovane attore americano Jimmy Bennett, che ha accusato la regista italiana di presunta violenza sessuale quando era ancora minorenne, chiedendole 380 mila dollari in cambio del suo silenzio, sarebbe stato a sua volta stato denunciato di molestie nel 2015 dalla sua ex fidanzata. Secondo quanto riportato dal sito Daily Beast, entrato in possesso degli atti legali, la ragazza sarebbe stata pedinata e minacciata sentendosi quindi in pericolo, tanto da rivolgersi alle autorità californiane.

“Alle spalle ha alcune storie di droga, potenzialmente poteva essere un violento: per questo io e mia mamma non ci sentivamo al sicuro” si legge nella denuncia presentata dalla giovane. Un documento di 14 pagine pubblicato dal Daily Beast, dove si legge anche che Bennett – accusato pure di “stalking” e “pornografia minorile” – avrebbe fatto sesso illegalmente con la ragazza quando lei era ancora minorenne: “Avevo 17 anni e non lo avevo mai fatto, lui mi ha convinta. Si è fatto strada nella mia vita, mi ha manipolata fino a farsi mandare delle mie foto nuda: questo mi ha creato danni emotivi”. Fatti che sarebbero accaduti nello stesso anno della vicenda in cui è coinvolta anche Asia Argento. Il 17 luglio del 2015 i giudici della Corte Suprema di Los Angeles hanno emesso una misura restrittiva temporanea nei confronti di Bennett, al fine di proteggere la ex fidanzata e sua mamma.