“Il tasso di crescita del pil (4,2%) è più alto del tasso di disoccupazione (3,9%) per la prima volta negli ultimi 100 anni“, twitta il presidente degli Stati Uniti Donald Trump. Ma il record, in realtà, è “solo” decennale. E a smentire il presidente ci ha pensato il consigliere economico della Casa Bianca Kevin Hassett che in conferenza stampa ha ammesso: “Qualcuno probabilmente ha trasmesso a Trump il numero sbagliato, il numero corretto è 10 anni“.

“Trump sostiene falsamente che la crescita del Pil sia superiore alla disoccupazione per la prima da 100 anni”, titola il New York Times “È successo almeno 185 volte nell’ultimo secolo”. Non è la prima volta che il quotidiano newyorkese si schiera contro affermazioni del presidente, e anche in questo caso ha fatto presente l’errore, citando i dati della Federal Reserve Bank di St. Louis. La Cnn ha fatto notare che in risposta al tweet del presidente è intervenuto anche Justin Wolfers, professore di economia all’Università del Michigan: “gli ci sono voluti due tweet per elencare tutti i trimestri in cui la crescita economica era superiore al tasso di disoccupazione. Ha aggiunto anche un grafico” riporta il quotidiano.

E poi la conferma in conferenza stampa: incalzato dai giornalisti, Hassett ha ammesso che si è trattato di un errore. “Non so da dove quel numero sia venuto fuori” ha dichiarato il consigliere, “ad un certo punto, qualcuno probabilmente ha trasmesso a Trump il numero sbagliato, aggiungendo uno zero a quel 10, e non avrebbero dovuto farlo”. Il consigliere poi si è detto “grato” che la stampa abbia fatto notare questa incongruenza, come altre volte in passato, “così possiamo correggerle”. Lo stesso Hassett, in merito ad altri tweet “controversi” del tycoon, ha dichiarato di “non essere il presidente del consiglio di esperti dell’account di Twitter di Trump”.