Dopo la Corea del Sud, dove Bmw ha dovuto richiamare centomila veicoli, ora tocca all’Europa. La casa di Monaco ha infatti confermato che ritirerà 323.700 auto per cattivo funzionamento del circuito di ricircolo dei gas di scarico. Un problema che potrebbe provocare incendi nel propulsore, come successo appunto a 28 vetture in Corea del Sud. I modelli interessati dall’azione di richiamo sono tanti: Serie 3, 4, 5, 6 e 7, nonché X3, X4, X5 e X6, equipaggiate con motori quattro cilindri diesel prodotti tra aprile 2015 e settembre 2016. Ma anche sei cilindri costruito tra luglio 2012 e giugno 2015. Una campagna massiccia, dunque, che per quanto attiene al nostro Paese riguarderà 24.700 auto, mentre saranno 96.300 in Germania, 75.000 nel Regno Unito e 23.500 in Francia. Dal quartier generale di Monaco, inoltre, non hanno saputo fornire una stima dei costi: “dipenderà dal numero di veicoli controllati che presentano effettivamente un difetto”, ha fatto sapere un portavoce di Bmw.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Peugeot 504 Legend, arriva la collezione old-style per il cinquantennale – FOTO

prev
Articolo Successivo

Ford Mustang, ecco la muscle car yankee numero 10 milioni – FOTO

next