Angelina Jolie è a Londra a girare il sequel di Maleficent, il film ispirato alla crudele fata Disney de La bella addormentata nel bosco, e pare proprio essersi immedesimata completamente nel personaggio. Secondo Tmz, l’attrice avrebbe “alzato i toni” a tal punto da far fuggire l’avvocato Laura Wasser, sua (ormai ex) alleata nella gestione del difficile divorzio da Brad Pitt. “Vuole uccidere ogni tipo di rapporto di Brad con i suoi figli. Sembrerebbe animata da una collera sorda e senza fine, sotto certi aspetti ridicola e smisurata” ha detto la star degli avvocati divorzisti delle star, aggiungendo: “Angelina sta urlando troppo forte“. E fonti vicine ad Angelina confermano.

Insomma, anche Laura Wasser, che ha fatto della ricerca del compromesso il suo marchio di fabbrica e si è fatta un nome “nel campo dei divorzi che promuovono le soluzioni consensuali nell’interesse dei figli” si è arresa davanti al temperamento di fuoco della figlia di John Voight. Esasperata la Wasser avrebbe sbattuto la porta in faccia ad Angelina. Ma la bellissima diva di Hollywood non demorde e ha già deciso di scegliere come prossimo avvocato un mastino pronto a tutto pur di farla trionfare: chissà se lui resisterà alle sue sue sfuriate?

Il divorzio nel 2016, con un clamore planetario pari ad un’esplosione atomica: la coppia con sei figli arrivò infatti a una rottura sanguinosa per lo schiaffo di Brad al primogenito Maddox. Dopo una tregua apparente che faceva addirittura sperare in una possibile riconciliazione tra i due, i Brangelina sono tornati in guerra e non soltanto per le clausole del divorzio, ma anzitutto per la custodia dei figli avuti dalla coppia. Fonti vicine ad Angelina parlano di liti furibonde e parole di fuoco con Brad: solo Maddox (17 anni) può infatti prendere decisioni autonome rispetto alla relazione col padre, mentre per Pax (14 anni), Zahara (13 anni), Shiloh (12 anni), Knox e Vivienne (10 anni) ci sarà bisogno di quella concertazione che, viste le tensioni tra la coppia, sta stentando ad arrivare.

Non solo, pare che l’attrice due volte premio Oscar si sia accanita anche contro Amal Clooney, colpevole “di essere stata troppo apertamente dalla parte di Brad, durante i giorni bui della separazione” come riporta il britannico Sun. Inserita da Forbesfra le 100 donne più potenti del pianeta per il suo impegno nell’Alto commissariato per i rifugiati, Angelina non sopporta infatti rivali sul suo terreno e avrebbe paura che Amal possa rubarle lo scettro di regina dei diritti umani, aiutata dall’influente marito, perennemente al suo fianco, a innalzarla sul piedistallo delle icone assolute dei diritti dell’uomo.