Depressione? Mai avuta e spero di non averne neppure nel futuro. Se lavori al mattino e dai lavoro a qualche migliaio di persone, non puoi permetterti la depressione. Credo che certe cose arrivino quando uno se le può permettere”. Sono le parole pronunciate ai microfoni de La Zanzara (Radio24) da Flavio Briatore, rispondendo a una domanda su Gianluigi Buffon. E proprio su quest’ultimo, l’imprenditore, notoriamente tifoso della Juventus, aggiunge: “Fa bene sicuramente a continuare, uno come lui secondo me poteva continuare alla Juve. Lì sono problemi loro, ma io l’avrei trattenuto almeno un’altra stagione. Comunque va benissimo andare al Paris Saint-Germain, glielo consiglio al 100%. Scambio Higuain-Icardi? Dipende se con la moglie (Wanda Nara, ndr) o senza. Senza la moglie lo farei. Ma, a parte gli scherzi, credo che Higuain abbia fatto molto bene alla Juve. Il problema di Higuain” – continua – “è che ogni volta che andiamo a fare una partita internazionale ci spegniamo. Siamo molto forti nel campionato italiano, ma quando usciamo dall’Italia non ci siamo più. Per vincere la Champions League, la Juve deve investire e deve investire molto. Per avere una squadra che può giocarsela credo debba spendere di più”. Poi chiosa: “Quanti scudetti ha vinto la Juve? Tutti quelli che ha vinto. Direi 37 con quello del prossimo anno. Sono tutte stupidaggini, 36 li abbiamo vinti, sono tutti tornei vinti. Calciopoli non è stato niente, non è successo assolutamente nulla. Non c’è la prova di una partita rubata, le partite non sono gestite dagli arbitri. Ci sono anche gli attaccanti che sbagliano i rigori. Le partite vanno come devono andare”.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Diventa Sostenitore
Articolo Precedente

Governo M5s-Lega, Freccero: “Sono diventato patriota e sovranista. Renzi? Gli farei condurre ‘L’Eredità’ alle 19.00”

prev
Articolo Successivo

Mondiali, Neymar è in forma strepitosa: ecco il numero con cui mette a sedere il difensore austriaco prima di segnare

next