La sua missione è quella di studiare i terremoti su Marte ed effettuare studi per eventuali missioni umane da inviare a esplorare il pianeta. Si chiama InSight la sonda lanciata questa mattina e porterà sul pianeta rosso un rover destinato a studiarne la geologia e a catturare informazioni che aiuteranno a capire come si sono formati i pianeti rocciosi. Il decollo è avvenuto dalla California alle 13.05 ora italiana con il razzo Atlas V, nel primo lancio interplanetario della Nasa dalla costa ovest degli Stati Uniti dalla base californiana di Vandenberg.

Il suo arrivo su Marte è previsto per il 28 novembre. Gli strumenti di InSight (Interior Exploration using Seismic Investigations, Geodesy and Heat Transport) includono un sismometro per rilevare i terremoti marziani e una sonda per monitorare il flusso di calore proveniente dall’interno del pianeta. “È il primo passo di un viaggio che ci dirà non solo come e perché si è formato Marte”, dice Bruce Banerdt, ricercatore del Jet Propulsion Laboratory della Nasa a Pasadena a capo della missione, “ma anche come si sono formati i pianeti in generale”.