Fabrizio Corona torna in carcere? Non proprio. L’ex “re dei paparazzi”, scarcerato il 21 febbraio, è attualmente affidato a una comunità di recupero di Limbiate con l’obbligo di non utilizzare i social network, il telefono, rilasciare interviste e diffondere immagini. Dopo che sui suoi profili Facebook e Instagram erano comparsi dei suoi post, però, Corona ha ricevuto una diffida e ha rischiato di tornare dietro le sbarre. “L’obiettivo delle persone che gli vogliono bene, in primis me, è che non venga più arrestato. Quello su Instagram è un profilo pubblico gestito da uno staff. Se avessi visto Fabrizio postare qualcosa, avrei chiamato l’avvocato dicendogli ‘sta succedendo qualcosa che non va’. Staremo più attenti”, ha dichiarato a Mattino5 Silvia Provvedi, l’attuale fidanzata. “Non è sua intenzione sfidare la magistratura e violare gli obblighi”.

La coppia sta cercando un nuovo equilibrio, con il pensiero di allargare la famiglia e convolare a nozze. “Lui dal carcere mi ha detto di volermi sposare, anche se non c’è stata una vera e propria richiesta. Me l’ha scritto in varie lettere, perché ci sentivamo così – ha svelato la Provvedi, confermando la notizia pubblicata dal settimanale Spy -. Adesso ha la razionalità di capire che non è il momento giusto perché ci sono varie cose da sistemare. Un figlio? Aspettiamo un attimo. Fabrizio ha mille qualità, ma deve dimostrarmi di essere l’uomo che è”.

E su Nina Moric, l’ex compagna di Corona, non ha parole tenere. La modella croata aveva scritto: “Aveva un semplice obbligo di non frequentare estranei, di non divulgare foto e di non usare i social. Dopo un’ora dal suo rientro a casa era con estetista, parrucchiera e fidanzata a pubblicare foto. Ad altri detenuti vi assicuro che queste cose non vengono perdonate […] Vi informo che se mio figlio non vive con me è proprio per le centinaia di segnalazioni che lui e la mamma hanno fatto ai servizi sociali e tribunale dei minori. Rendo solo pan per focaccia”.

La risposta della Provvedi, sempre dallo studio di Federica Panicucci, non si è fatta attendere. “La sua ira contro Fabrizio colpisce sempre e solo suo figlio e non fa bene a nessuno – ha ribadito -. Da quando si è iscritta in politica è convinta di sapere tutto, ma non sa assolutamente nulla e continua a blaterale cavolate. Non sono madre ma probabilmente un giorno lo diventerò: non fa il bene di suo figlio continuare a massacrare pubblicamente suo padre. Deve ricordarsi, e non solo quando le pare, che lui è un ragazzino. I figli non chiedono di essere messi al mondo, ma meritano la serenità”.