Prima il Nord
Il Nord è quasi tutto blu scuro: significa che in decine di collegi uninominali di Piemonte, Lombardia, Veneto e Friuli Venezia Giulia il centrodestra è in ampio vantaggio, oltre il 10 per cento, quelli che Quorum e YouTrend definiscono seggi “probabili“. Le uniche eccezioni sono la Val d’Aosta e l’Alto Adige (dove il centrosinistra si fa forte dell’alleanza con l’Svp) e le aree urbane dei capoluoghi di Regione (al centro di Milano il centrosinistra combatte, a Genova e nella periferia di Torino il M5s è in vantaggio). Di converso le lingue blu del centrodestra si allungano, anche per la spinta della Lega fino a invadere l’Emilia (la provincia di Parma e Piacenza e dintorni), ma anche il nord-ovest della Toscana, cioè Massa, Carrara e il resto della provincia.

Nelle due immagini: a sinistra la situazione per la Camera, a destra per il Senato.

Clicca sotto e guarda le altre mappe

INDIETRO

Elezioni, è corsa al voto utile: il centrodestra cresce al Nord, il M5s al Sud. E 69 collegi decidono se ci sarà maggioranza

AVANTI

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Skoda, una Superb sbarca su Marte. La presa in giro di Tesla è geniale – VIDEO

next