Uninominale, una gara quasi a senso unico
Il dominio del centrodestra nella parte uninominale esce evidente da quest’altro schema che mette in fila i seggi probabili, tendenti e incerti per ciascuna coalizione. Su 231 collegi uninominali per la Camera, i candidati di Forza Italia, Lega, Fratelli d’Italia e Noi con l’Italia sono in vantaggio in 131 contro i 45 dei Cinquestelle e i 46 del centrosinistra. Sono indicati anche i seggi “potenziali“, cioè quelli che ciascun schieramento può sperare ancora di conquistare perché ha uno svantaggio di meno di 5 punti.

Al Senato la situazione è analoga. In 67 collegi su un totale di 109 il centrodestra è dato in vantaggio e gli altri possono solo rincorrere: i Cinquestelle sono favoriti in 23 casi, il centrosinistra in 26.

INDIETRO

Elezioni, è corsa al voto utile: il centrodestra cresce al Nord, il M5s al Sud. E 69 collegi decidono se ci sarà maggioranza

AVANTI

Sostieni ilfattoquotidiano.it ABBIAMO DAVVERO BISOGNO
DEL TUO AIUTO.

Per noi gli unici padroni sono i lettori.
Ma chi ci segue deve contribuire perché noi, come tutti, non lavoriamo gratis. Diventa anche tu Sostenitore. CLICCA QUI
Grazie Peter Gomez

Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Skoda, una Superb sbarca su Marte. La presa in giro di Tesla è geniale – VIDEO

next