Questa intervista a Mauro Biglino dà il via a una serie di appuntamenti dedicati al mistero e “all’impossibile”. A tutto quello che è non convenzionale e comunemente potrebbe essere definito “new age”. Ci occuperemo anche di nuove credenze perché, come diceva Napoleone, “gli uomini possono fare a meno di un Dio ma non di una religione”. Le interviste sono finalizzate a far conoscere queste teorie, lasciando al lettore ogni giudizio. 

Chi è Mauro Biglino? Come scrive lui stesso sul proprio sito, “uno studioso ed esperto di religioni”. E’ stato traduttore di ebraico antico della Bibbia per conto delle Edizioni San Paolo, collaborazione che si è conclusa quando si è accorto che la ‘Bibbia non parla di Dio’, o almeno del Dio dei cristiani, dei cattolici, dei protestanti etc… Dopo questa scoperta, Biglino ha continuato a tradurre per conto suo e a riportare le sue ‘ipotesi’ sui libri, prima con piccole case editrici, recentemente con Mondadori. Gli abbiamo fatto qualche domanda. Per molti che lo seguono sono cose risapute ma se è la prima volta che leggete il suo nome e che vi imbattete in questi argomenti vale forse la pena approfondire su google o su youtube, dove è disponibile molto materiale tra conferenze e speech.

Marco Columbro ha affermato che ‘Gesù era un alieno’. Ha letto per caso i tuoi libri? 
Con Marco Columbro ci conosciamo di persona, ha letto i miei libri, siamo amici e mi conosce molto bene.

Qual è il tuo ultimo libro uscito? Ne hai scritti tantissimi negli ultimi anni.
E’ uscito ad agosto 2017, scritto a 4 mani con Lorena Forni (docente all’università Milano-Bicocca) e si intitola ‘La Bibbia non l’ha mai detto’ .

Chi era Gesù?
Per quanto riguarda la figura di Gesù e della sua nascita, io da un po’ di tempo sto raccontando nelle conferenze ciò che scrive il gesuita Jean Daniélou, che è cardinale, accademico di Francia, docente di teologia, che nel suo libro ‘La teologia del giudaico-cristianesimo’ afferma che lo Spirito Santo del Nuovo Testamento non è altro che la trasposizione cristiana del Gabriele dell’antico Testamento. E dice che questa non è un’ipotesi, dice che questa è l’unica cosa certa, cioè è ‘imposta dagli stessi testi’ , quindi secondo lui non è solo un’ipotesi è una certezza. L’altra certezza è che il Gabriele dell’Antico Testamento è un individuo maschio. E’ definito un ish (individuo maschio). Ora, se prendiamo questo per vero, e facciamo finta che abbia ragione il teologo francese Jean Daniélou, e che la Bibbia sia una testo ‘storico’, dobbiamo prendere atto che quando nei Vangeli c’è scritto che lo Spirito Santo coprirà la Madonna, a coprire la Madonna sia stato Gabriele, cioè un individuo maschio.

Ma chi è l’angelo Gabriele?
E’ un termine che in ebraico significa Geber-El (cioè potenza di un El, ovvero colui che esercita un potere per conto di un El) e in effetti Gabriele era uno che portava gli ordini degli Elohim (plurale di El, tradotto nelle nostre bibbie con il termine ‘Dio’ o ‘Altissimo’. Secondo Biglino si tratterebbe di individui in carne e ossa, tecnologicamente molto avanzati e probabilmente provenienti da un altro pianeta, che hanno fabbricato l’homo Sapiens, ndr). Allora se così è, dovremmo dire che ‘Gesù è figlio di un geber-el (uno che esercita il potere per conto di un El). Questo è ciò che si ricava ovviamente dal testo, ciò che si ricava da queste analisi molto attente e circostanziate che ha fatto e che ha scritto questo teologo gesuita Jean Daniélou. Questo sarebbe coerente con l’Antico Testamento, con le letture e le traduzioni che sto facendo da anni.

Ci sarà l’annuncio da parte dei governi di queste verità?
Non lo so, è una mia speranza. E’ una speranza che nutro, che prima o poi ci dicano come stanno le cose. E’ ovvio che c’hanno raccontato fatti non veri. Pian pianino tutta una serie di cose che io sto raccontando da anni stanno venendo fuori con le nuove traduzioni. Quindi nutro la speranza.

Parliamo di ‘verità’: perché in molti, come te, si ostinano a cercarla e altri no?
E’ molto più facile accettare una verità preconfezionata che non impegnarsi nello studio e nella ricerca della verità. Non a caso Napoleone diceva ‘Gli uomini possono anche vivere senza Dio ma non senza una religione’.

Ti hanno mai invitato in un salotto tv importante, tipo in Rai, Mediaset o La7?
Mi hanno invitato su Rete 4 (Mediaset) nel programma ‘La strada dei miracoli’ ma quando hanno capito cosa volevo dire non mi hanno fatto più parlare.

Cosa pensi della teoria sull’universo olografico?
Siccome sono di mente aperta e non possiedo la verità, ipoteticamente potrebbe anche essere vero, ma se io in questo momento fossi un avatar di un computer colossale, sarebbe comunque per me la mia vita reale, l’unica vita che conosco, quindi non mi cambierebbe nulla.

Tornando alle tue ipotesi sugli Elohim? C’hanno creato o migliorato? Eravamo più stupidi o più intelligenti?
Gli Elohim hanno creato l’homo Sapiens, non so se sia meglio dell’homo Erectus o dell’homo Abilis. Non so chi possa dirlo e non so se usiamo a pieno l’intelligenza che c’hanno dato dopo questo intervento genetico.

Il Papa e il Vaticano sanno di queste cose?
Le alte gerarchie della Chiesa sanno che quando la Bibbia parla di Elohim, parla di individui in carne e ossa e non di Dio, poi purtroppo la Bibbia su questi individui ci dice poco, non ci dice per esempio da dove provenivano.

Festeggi il Natale o l’hai mai festeggiato e cos’è per te il Natale? E’ la natività di Gesù?
Il Natale è una festa che la Chiesa ha istituito per sostituirsi alle feste cosiddette pagane. Il 25 dicembre era la festa del Sol Invictus e quindi la Chiesa ha innestato sul ‘Sol Invictus (il sole che riprende il sopravvento sul buio) ma di Cristo il giorno e il mese in cui sia nato nessuno lo sa e non lo so se mai nessuno lo saprà. Quindi per me il Natale è una festa laica e la vivo tradizionalmente in famiglia.

Gesù è mai nato ed è mai esistito?
Io penso che sia esistito, che fosse un predicatore rabbi giudeo messianista (secondo l’idea messianica degli ebrei non quella cristiana che è un’invenzione successiva) e potrebbe avere avuto un gemello.

Tu credi in un Dio? Qualsiasi Dio, non necessariamente quello della Bibbia
La parola credere non fa parte del mio dizionario. Credere in qualcosa che non conosco. Io non affermo nè l’esistenza di Dio né la non esistenza.

Sei diventato molto più popolare da quando pubblichi per Mondadori? Hai anche una voce su wikipedia?
Si ho una voce su wikipedia ma scrivono di più i miei detrattori, il 90% delle cose sono contro di me ma non me ne sono mai preoccupato. Ovviamente col passare degli anni sono diventato più conosciuto, questo mio metodo del ‘fare finta’ (che all’inizio veniva considerata una battuta) ma io considero intellettualmente onesto il solo poter ‘fare finta’, il nostro livello di ‘non conoscenza’ di quei libri è così alto, che non possiamo che usare questo metodo. Questo metodo piace a centinaia di migliaia di persone (lo vedo dalle mie conferenze dalle vendite dei miei libri) ma è anche un metodo che dà molto fastidio ai miei critici, che ci sono come è giusto che ci siano, perchè sanno bene tutti i miei critici (dai teologi agli atei). Sanno che se per caso che questo mio metodo rispondesse a verità cadono tutte le loro cose che dicono indipendentemente se siano esoteristi, cattolici, protestanti, darwinisti, tutto questo verrebbe messo in crisi se per caso fosse vero ciò che viene fuori da questo metodo del ‘fare finta che’.