Già una volta si è infilata nel mio letto, spero che almeno qui non lo faccia. Però non voglio offendere le persone anziane, visto che lei è molto più grande di me”. Così Serena Grandi ha commentato l’ingresso di Corinne Cléry dentro la Casa del Grande Fratello Vip: colpita e affondata. D’altronde, è risaputo: non corre buon sangue tra le due. Le due attrici hanno condiviso un uomo importante, Beppe Ercole, e questo ha influenzato il loro rapporto: la prima è stata la moglie per tanti anni, la seconda è la vedova. “Hanno messo dentro la Casa una signora che mi dà contro da una vita – racconta la Grandi al Fatto Quotidiano -. In fondo quando lei ha deciso di vivere e sposarsi con il mio ex marito, io non ho detto niente: avevo già la mia vita e soprattutto mio figlio Edoardo. Non capisco perché ce l’abbia così tanto con me. Ha sempre copiato tutto di me, ha proprio la ‘serenite’ addosso. Addirittura negli ultimi anni si è fatta fare il seno identico al mio. Se non ci fossi io, lei cosa farebbe?”, si chiede ironica l’attrice Premio Oscar, presto su Canale 5 con la fiction “Furore 2”.

E pensare che solo due settimane fa la signora Clery rigettava l’idea di prender parte al reality di Canale 5, mentre ora è dentro la Casa come concorrente. “Diceva che il cast non era alla sua altezza? Sa, non poteva pretende di ritrovare Sean Connery con il quale ha lavorato quarant’anni fa. Le dico di più. Ieri sera mi hanno riferito che la signora ha fatto ferro e fuoco pur di entrare nella Casa del GF, offrendosi forse per due lire o addirittura gratis. Sono cavoli suoi, si accorgerà cosa significa fare quella esperienza. E non vorrei sbagliarmi, ma faccio una previsione: lei durerà come un gatto in autostrada. I giovani lì dentro sono davvero forti”, rincara la Grandi.

C’è forse un’invidia pregressa che arriva dagli Anni 80, quando entrambe eravate due sex symbol?, chiediamo. “Io son sempre stata molto più famosa della signora Clery – risponde – la mia biografia è sempre stata zeppa, non so la sua. Evidentemente c’è un astio di fondo. Ha pure provato a mettermi contro mio figlio, ma io e lui siamo una cosa sola: non c’è niente che possa dividere la nostra complicità”.