“Ero bloccata in casa, non riuscivo a uscire” . È ancora sconvolta l’anziana signora, che abita al piano terra di un’abitazione all’incrocio con viale Nazario Sauro, una delle zone di Livorno più danneggiate dal nubifragio della notte scorsa. “Il telefonino – racconta mostrandoci la camera ancora piena di fango – mi è caduto in acqua e ho iniziato a urlare, sono salita sul tavolino”. Poi, quando l’acqua ha iniziato a defluire, è riuscita a uscire da casa. “Avevamo 40 centimetri di fango, dobbiamo buttare via tutto” aggiunge il figlio.

 

Sostieni ilfattoquotidiano.it ABBIAMO DAVVERO BISOGNO
DEL TUO AIUTO.

Per noi gli unici padroni sono i lettori.
Ma chi ci segue deve contribuire perché noi, come tutti, non lavoriamo gratis. Diventa anche tu Sostenitore. CLICCA QUI
Grazie Peter Gomez

Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Nubifragio Livorno, morta una famiglia di 4 persone: il nonno salva la nipotina di 4 anni poi annega nel fango

next
Articolo Successivo

Maltempo a Roma, piove dentro la Metro A. E Anagnina diventa come Venezia: passerelle per evitare l’acqua alta

next