Ricordate le foto che abbiamo pubblicato ieri di Samuel L. Jackson e Magic Johnson seduti comodamente su una panchina di Forte dei Marmi dopo una sessione di shopping di lusso? Bene. Quella stessa foto, già da un paio di giorni ha scatenato l’ironia sui social network, con battute e meme sull’attore “tarantiniano” e sul grande cestista visti come due “risorse boldriniane” che fanno la bella vita in Italia grazie ai 35 euro che ricevono ogni giorno dallo Stato.

Una burla, ovviamente, a cui ha voluto partecipare anche Nina Moric, la modella croata che grazie a un uso spregiudicato dei social network (e all’adesione bizzarra a Casa Pound) ha ritrovato nuova linfa mediatica. Stavolta, però, la povera Moric si era semplicemente limitata a ripetere una battuta che già molti altri avevano fatto prima di lei: “Vedere anche in località turistiche come Forte Dei Marmi e Milano Marittima immigrati che bivaccano sulle panchine con i nostri 35 euro è veramente troppo”.

Purtroppo (non per lei, visto che è al centro di dibattiti e commenti da 24 ore), in tanti hanno creduto alla batutta dell’ex signora Corona, tanto che la stessa, solo quattro ore dopo, è stata costretta a precisare con un altro post su Facebook: “Giusto per far vergognare ancora di più le decine di migliaia di persone che stanno condividendo la mia battuta spacciandola per una gaffe, vi racconto che nel 1998 prima del video con Ricky Martin, a Los Angeles, feci una pubblicità di una nota marca di patatine con Dennis Rodman e Magic Johnson. Continuate a scrivere cattiverie, io continuo ad amarvi tutti”.

Tutto risolto, dunque? Nossignore, perché migliaia di persone hanno continuato a credere che la Moric fosse seria, commentando in maniera indignata. Tutto questo, è bene precisarlo per comprendere alcune dinamiche tipiche dei social, nonostante il post successivo della modella. Tra i tanti, troppi boccaloni da social network, ci è cascato anche Emanuele Fiano, renzianissimo deputato del Partito Democratico, che su Facebook si era indignato assai: “I nuovi opinionisti, siano essi famosi, come Nina Moric, esponenti di gruppi politici dell’estrema destra neofascista come CasaPound di cui la Moric è un esponente, spesso cadono nel più banale degli errori; applicano la loro ideologia ottusa alla prima cosa che vedono senza approfondire, guidati dal colore della pelle che vedono, dalla cultura di cui sono eredi, dalla necessità di semplificare questioni complesse per conquistare consenso. Qui l’arguta signora in questione immagina che Samuel Jackson e Magic Johnson percepiscano 35 € al giorno per bivaccare su di una panchina a Forte dei Marmi. Rendendosi ridicola di fronte a tutti“.

A rendersi ridicolo di fronte a tutti, stavolta, è stato lo stesso Fiano, sbertucciato da Nina Moric sui social e costretto a una frettolosa retromarcia: “La Moric era ironica. Dunque ha scritto apposta questo testo per farci commentare la sua ipotetica gaffe. Ok, io ci sono cascato. Però a me non ha fatto ridere, c’è un sacco di gente che condivide il suo pensiero”.

 

 

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

InterRail, compie 45 anni il giro d’Europa in treno che ha formato una generazione

prev
Articolo Successivo

Jerry Lewis, morto a 91 anni il grande attore comico americano

next