Alla vigilia del prestigioso torneo di Wimbledon le sorelle più famose del tennis finiscono nell’occhio del ciclone: Venus Williams è stata coinvolta in un incidente stradale in cui ha perso la vita un uomo di 78 anni. La sorella minore, lontana dai campi tennis per la gravidanza avanzata, è invece stata subissata di critiche per una copertina di nudo su Vanity Fair.

Venus – La Reuters, citando un verbale della polizia, riferisce che la campionessa non ha dato la precedenza a destra a un incrocio, schiantandosi contro l’auto su cui viaggiava una coppia di anziani. La moglie della vittima ha dichiarato di essere passata con il verde, ma il suv della Williams le avrebbe “tagliato la strada” e quindi non ha potuto far nulla per “evitare lo schianto”. L’incidente è avvenuto il 9 giugno a Palm Beach Gardens, ma lo notizia è stata divulgata solo ora, con un pessimo tempismo: lunedì Venus gareggerà a Wimbledon, torneo in cui ha trionfato per ben cinque volte tra il 2000 e il 2008. Tramite il suo avvocato Venus ha espresso “le più profonde condoglianze alla famiglia che ha perso una persona amata in uno sfortunato incidente”. In una nota l’entourage della tennista fa sapere che, al momento, non c’è alcuna indagine penale a suo carico.

Venus Williams coinvolta in un incidente stradale: morto un uomo. Insulti per Serena dopo la copertina di nudo

AVANTI
close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Donald Trump e la finta copertina di Time, il web impazzisce con i fotomontaggi: “Bugiardo dell’anno”

next
Articolo Successivo

Francesco, da avvocato a prostituto politico. Il racconto dell’escort trentenne che denunciò ‘don Euro’

next