Ancora una sparatoria, ancora un dipendente di un’azienda ad aprire il fuoco. Dopo Orlando, dove un ex dipendente di un’azienda italiana aveva aperto il fuoco contro il propri colleghi uccidendone cinque prima di togliersi la vita, è la volta di San Francisco in California, dove un dipendente dell’azienda di spedizioni Ups, intorno alle 9 ora locale, ha aperto il fuoco uccidendo quattro persone e ferendone cinque, prima di rivolgere l’arma contro se stesso. Lo riportano i media locali. La polizia è intervenuta in forze e ha ferito l’assalitore che, secondo l’ABC, è deceduto dopo il ricoverato in ospedale. Ancora da chiarire i motivi dietro al gesto.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te

In questi tempi difficili e straordinari, è fondamentale garantire un'informazione di qualità. Per noi de ilfattoquotidiano.it gli unici padroni sono i lettori. A differenza di altri, vogliamo offrire un giornalismo aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per permetterci di farlo. Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Olanda, ancora nessun patto di coalizione: l’accordo è fermo ai rifugiati

next
Articolo Successivo

Russiagate, Donald Trump è indagato per oltraggio alla giustizia. Putin: “Comey come Snowden, gli daremo asilo”

next