“Il tema del voto non si pone sulla base della legge elettorale ma sulla base di che tipo di manovra vogliamo fare. La mia idea è diversa da quella di Monti perché la cultura dell’austerity ha creato un aumento dei disoccupati e a me interessa ridurle. Sei mesi prima o dopo sulla data delle elezioni non cambia niente, la manovra va fatta e noi lavoreremo insieme a Gentiloni per capire quale manovra va fatta”. Lo ha detto il segretario del Pd, Matteo Renzi facendo la rassegna stampa a ‘Ore Nove-Il punto della giornata‘, approfondimento sui social a cura del Pd.

Sostieni ilfattoquotidiano.it ABBIAMO DAVVERO BISOGNO
DEL TUO AIUTO.

Per noi gli unici padroni sono i lettori.
Ma chi ci segue deve contribuire perché noi, come tutti, non lavoriamo gratis. Diventa anche tu Sostenitore. CLICCA QUI
Grazie Peter Gomez

Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Direzione Pd, Renzi perde le staffe e se la prende con Lo Giudice: “Segui le regole, che cazzo”

next
Articolo Successivo

M5S + sinistra: si può?

next