cover_definitiva“A un certo punto arrivano dei pensieri che senza finire la frase cascano: quelle sono le poesie”. Ivan Talarico vorrebbe liquidare così il suo rapporto con la poesia. Come se lui, autore e attore di teatro oltreché cantautore, si fosse imbattuto per caso nelle poesie; come se questo secondo libro, pubblicato con Gorilla Sapiens Edizioni, l’avesse trovato per strada, già scritto e letto. Invece, scansati i divertenti giochi di parole e la tagliente ironia, si scopre che ogni pagina è densa, coinvolgente, che il libro dice mille storie senza bisogno di raccontare nulla se non frammenti, attimi, immagini. Apparentemente distanti ma uniti in un unico respiro.

Quindi forse la poesia non è il luogo in cui le frasi “cascano”, ma il posto in cui le intenzioni, i sentimenti, i pensieri, si fermano e precipitano in un luogo interiore profondo. E questo libro appartiene a un mondo interiore delicato e complesso ed è scritto con disinvoltura e bellezza. Le parole sono parte di Ivan e lui sa bene come usarle. Come nota Renzo Paris, più che un libro è un ring in cui c’è “un pugile che combatte con un’ombra”. E’ un dialogo con qualcuno che non c’è, o non vuole esserci, ma che è costantemente cercato ed evocato. Senza mai drammatizzare troppo, stemperando l’ingombrante vita con un sorriso appena accennato.

Si parla quindi d’amore come se fosse l’unico argomento possibile, sopravvissuto a qualsiasi rivoluzione “E siamo ancora qui / a parlare di cuori, / amori, / baci, / occhi, / bocche, / scapole / per dimostrare che / le più grandi avanguardie / cedono il passo / ai più piccoli sentimenti.” (dalla poesia Il cambio dell’avanguardia). Tutto potrebbe finire presto e questo sembra addirittura bello. Non c’è spazio per l’immortalità, non serve. “Resta così poco / che la fine del mondo / è la notizia più bella / di quest’ultima vita.” (dalla poesia Buone notizie) Cercate prima della fine dei tempi di avere una copia di questo libro, renderà più dolce l’attesa.

Titolo: Non spiegatemi le poesie che devono restare piegate
Autore: Ivan Talarico
Casa editrice: Gorilla Sapiens Edizioni
Pagine: 142
Prezzo: 13 euro

Sostieni ilfattoquotidiano.it ABBIAMO DAVVERO BISOGNO
DEL TUO AIUTO.

Per noi gli unici padroni sono i lettori.
Ma chi ci segue deve contribuire perché noi, come tutti, non lavoriamo gratis. Diventa anche tu Sostenitore. CLICCA QUI
Grazie Peter Gomez

Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Emma Dante, gli attori burattini e i loro corpi nudi

next
Articolo Successivo

Gin Tonic a occhi chiusi, i protagonisti mancati di una terrazza di Sorrentino

next