L’idea è semplice ma al tempo stesso geniale: combattere polveri sottili e anidride carbonica con le piante. Solo che di solito siamo abituati a vederle ferme, non certo sul tetto di un autobus… Eppure il comune di Madrid ha sposato questo progetto singolare. Ovvero quello di “ricoprire” la sommità dei propri bus (solo quelli delle linee 34 e 27, che attraversano le zone più trafficate) con veri e propri tappeti di erba, fiori e piante. Viene da sè che, tecnicamente, non si tratta di una soluzione semplice: ogni “giardino” verrà realizzato con materiali sostenibili e avrà una base metallica resistente sia alle sollecitazioni del movimento che alle infiltrazioni d’acqua proveniente dal sistema di irrigazione. Ecco perché costerà 2.500 euro. Ma, almeno, i passeggeri al piano di sotto resteranno all’asciutto.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: se credi nelle nostre battaglie, combatti con noi!

Sostenere ilfattoquotidiano.it vuol dire due cose: permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, gratuito per tutti. Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte per portare avanti insieme le battaglie in cui crediamo con idee, testimonianze e partecipazione. Il tuo contributo è fondamentale. Sostieni ora

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Nissan GT-R, un omaggio all’India grande tre chilometri quadrati – FOTO e VIDEO

next
Articolo Successivo

Piaggio, la valigia-robot che segue il padrone – FOTO e VIDEO

next