La Nuova Zelanda, colpita da una fortissima scossa di terremoto, si trova nella cintura (anello) di fuoco. Si tratta di una vasta porzione di territorio dalla forma di ferro di cavallo lunga 40mila chilometri e situata ai margini dell’oceano Pacifico.

Viene detta “cintura di fuoco” perché è caratterizzata dall’elevata presenza di vulcani ed è ad altissimo rischio sismico. Questa fascia ospita il 75% dei vulcani della Terra e qui avviene il 90% dei terremoti tra cui i 10 terremoti più devastanti della storia del nostro pianeta, tra cui quello del Cile del 1960, quando fu registrato il sisma più potente mai registrato nella storia con una magnitudo 9.5.

Secondo gli scienziati l’oceano Pacifico si sta progressivamente restringendo a causa del movimento delle placche continentali: la placca oceanica sprofonda sotto le placche dei continenti America e Asia e quantità di magma risalgono verso la superficie. Nella cintura di fuoco ci sono anche la Polinesia, le Filippine, l’Indonesia, il Giappone e molte fosse oceaniche.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Super Luna 2016, anche la Nasa attende l’appuntamento: la più luminosa degli ultimi 68 anni

prev
Articolo Successivo

Superluna 2016, sorge negli Stati Uniti. Ecco lo spettacolo che vedremo tra qualche ora

next