I cittadini napoletani non hanno dubbi, l’abolizione di Equitalia e lo “sconto” sulle more e sulle sanzioni è il “solito annuncio prima delle elezioni”. Fuori la sede partenopea di Corso Meridionale ci sono contribuenti che non hanno intenzione di pagare finché non si avranno notizie certe sul futuro dell’ente, altri invece corrono a saldare il proprio debito col Fisco, perché temono che l’abolizione di Equitalia possa creare ancora più confusione nel sistema di riscossione. Gli stessi dipendenti di Equitalia temono per il proprio posto di lavoro, visto che al momento regna l’incertezza e stanno pensando ad uno sciopero. Insomma, nel capoluogo partenopeo l’ipotesi di rottamare l’ente di riscossione è stata accolta con molto scetticismo

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Diventa Sostenitore
Articolo Precedente

Petrolio, la crisi del petrodollaro a cui nemmeno la Germania può sottrarsi

prev
Articolo Successivo

Legge di bilancio, luci e ombre

next