Si riaccende la tensione a Ventimiglia. Un gruppo di 300 migranti è riuscito a scappare dalla pinetina dei Balzi Rossi, nella città di frontiera ligure, ha forzato il cordone di polizia e ha raggiunto gli scogli. Da qui alcuni di loro, circa un centinaio, si sono tuffati in mare per raggiungere a nuoto lo spazio francese. La polizia italiana ha sparato alcuni lacrimogeni. Ma i migranti sono riusciti ad occupare una scogliera a Mentone.

Altri hanno oltrepassato il confine francese forzando il blocco della polizia d’oltralpe riversandosi sulle spiagge piene di turisti, attraverso l’Aurelia. Anche contro di loro la Police nationale e la polizia italiana hanno sparato lacrimogeni e schiumogeni ma la corsa dei migranti non si è fermata. Le persone sulla scogliera, alcune delle quali sono lievemente ferite, sono sorvegliate a vista dagli agenti francesi. Uno dei profughi ha sventolato la maglietta bianca come a invocare una tregua.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Brescia, uomo morto da due mesi trovato nella sua abitazione. La moglie pensava fosse vivo e continuava ad “alimentarlo”

prev
Articolo Successivo

Cervinia, trovati morti i due alpinisti inglesi dispersi da giovedì sera. Due morti anche in Trentino

next