Si riaccende la tensione a Ventimiglia. Un gruppo di 300 migranti è riuscito a scappare dalla pinetina dei Balzi Rossi, nella città di frontiera ligure, ha forzato il cordone di polizia e ha raggiunto gli scogli. Da qui alcuni di loro, circa un centinaio, si sono tuffati in mare per raggiungere a nuoto lo spazio francese. La polizia italiana ha sparato alcuni lacrimogeni. Ma i migranti sono riusciti ad occupare una scogliera a Mentone.

Altri hanno oltrepassato il confine francese forzando il blocco della polizia d’oltralpe riversandosi sulle spiagge piene di turisti, attraverso l’Aurelia. Anche contro di loro la Police nationale e la polizia italiana hanno sparato lacrimogeni e schiumogeni ma la corsa dei migranti non si è fermata. Le persone sulla scogliera, alcune delle quali sono lievemente ferite, sono sorvegliate a vista dagli agenti francesi. Uno dei profughi ha sventolato la maglietta bianca come a invocare una tregua.

Sostieni ilfattoquotidiano.it:
portiamo avanti insieme le battaglie in cui crediamo!

Sostenere ilfattoquotidiano.it significa permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti.

Ma anche essere parte attiva di una comunità con idee, testimonianze e partecipazione. Sostienici ora.


Grazie Peter Gomez

Sostienici ora Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Brescia, uomo morto da due mesi trovato nella sua abitazione. La moglie pensava fosse vivo e continuava ad “alimentarlo”

next
Articolo Successivo

Cervinia, trovati morti i due alpinisti inglesi dispersi da giovedì sera. Due morti anche in Trentino

next