Andrea Berton introduce una nuova leggera proposta per il pranzo: otto diverse insalate gourmet. Lo chef ha spiegato: “Volevo proporre una portata che sostituisse il piatto unico del business lunch e fosse al tempo stesso gustoso e sano. Spesso si associa erroneamente l’idea di insalata a qualcosa di leggero ma insapore”. Dal suo ristorante milanese alle tavole di casa, ecco ricette e suggerimenti.

Insalata verde con guaçamole, amaranto croccante e aceto balsamicoInsalata verde con guaçamole, amaranto croccante e aceto balsamico

È la più semplice delle creazioni dello chef Berton. La croccantezza dei cracker di amaranto ben si combina con la salsa guaçamole sul fondo del piatto. L’insalata verde si alterna alle foglie di belga. A dare il tocco finale, la ricercatezza dell’aceto balsamico.

Se volete riproporla a casa emulsionate avocado con sale e acqua per ottenere una guaçamole leggera all’italiana. Utilizzate l’insalata che più preferite e guarnite con cracker all’amaranto.


Estate 2016 in cucina, il pranzo si fa leggero: le insalate secondo lo chef Berton. Ricette e suggerimenti

AVANTI

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Massimo Bottura, la sua Osteria Francescana è il primo ristorante al mondo: “Mi esplode il cuore, è una cosa meravigliosa”

next
Articolo Successivo

Al Joia di Pietro Leemann, nel mondo delle uova quadrate

next