Una denuncia contro il presidente in carica di Poste Italiane è stata inviata dall’Associazione Italiana Difesa Animali ed Ambiente (Aidaa) alla Procura della Repubblica presso il tribunale penale di Milano, per il reato di istigazione al maltrattamento di animali. Lo rende noto l’associazione animalista precisando che la denuncia riguarda un video di pubblicità dei prestiti del Banco Posta dove, secondo quanto scrive Aidaa nella denuncia, “appare evidente che tale video, almeno nella scena relativa al gatto da cucinare, è lesiva dei diritti degli animali ma sopratutto istiga al maltrattamento di animali ai sensi dell’articolo 544 del codice penale, in quanto non è spiegato in nessun modo che si tratta di una parodia ma appare come una azione di consuetudine della cucina italiana, mentre i gatti sono protetti sia dalla convenzione europea di Lisbona che dalla legge 281/91 contro il randagismo e dalle leggi in cui questo animale viene riconosciuto come animale di affezione”
(video tratto da Poste Italiane)

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Cina, capretta barcolla ma non molla: senza due zampe riesce a pascolare

prev
Articolo Successivo

Strage di balene in Messico: 27 spiaggiate. Moria eccezionale di sardine in Cile

next