Il porno online, genere molto diffuso tra i giovani grazie alla gratuità di portali Internet come Youporn e Tube8 – gli italiani, in particolare i milanesi, sono tra i primi consumatori al mondo – potrebbe favorire la lettura? In alcuni casi sì e si potrebbero sensibilizzare le porno star e i registi in tal senso. Del resto Siffredi ha anche scritto un libro autobiografico, per così dire, godibilissimo… Titolo Io, Rocco. Uno spunto in questo senso potrebbe venire da un porno russo di recente produzione. La Russia è del resto la patria dei libri ma anche dei porno.

La trama del video è questa. Un ragazzo attacca bottone con una ragazza occhialuta – per sembrare un’intellettuale, lei ha grandi occhiali da lettura – in un parco di una città indefinita della Russia. Cielo grigio, umidità… Che libro stai leggendo?, le chiede per abbordarla. Lei ha un volume in mano. Un saggio storico su RimskijKorsakov, risponde. Poi la invita a una passeggiata e infine a casa sua, per mostrarle la sua collezione di… Non farfalle ma libri su Rimskij-Korsakov. Il resto, compreso il finale, è prevedibile. Solo la yiddishe mame della famosa barzelletta guarda i porno sperando che i protagonisti si sposino alla fine. Quello che più conta è l’associazione comportamentistica – pavloviana per stare in zona – tra la lettura e il letto, che può invogliare i giovani, sempre più inappetenti nei confronti dei libri, distratti come sono da social, serie di Netflix ecc.

Anche Il Maestro e Margherita insegna ad attaccare bottone con le sconosciute per strada, al fine di slacciarli i bottoni, e non solo naturalmente. Mentre Stampa Alternativa, editore trasgressivo e storico, nel 2001 ha pubblicato un Guerra e pace porno. Il seguito del capolavoro di Tolstoj. Autrice Carla Muschio.

Rimskij-Korsakov, compositore ottocentesco con una formazione nella Marina russa, viene citato in una celebre canzone di Fred Buscaglione: Il siero di Strokomogoloff. Probabilmente per motivi di rima. Il compositore usa il miracoloso siero per curarsi dalla puntura di calabrone. Buscaglione cita un pezzo del compositore, Il volo del calabrone. Mica bruscolini. Il siero, come dicevo, è miracoloso: dona freschezza alla pelle e depila le ascelle. Fa venire l’ispirazione. Dopo avere bevuti cinque fiaschi del siero di Strokomogoloff Michele Dostoevskij ha scritto I fratelli Karamazov. Su Youtube la canzone di Buscaglione. E su Tube8 il porno pro-libro. Mi ci sono imbattuto cercando su Google notizie su Rimskij-Korsakov. La casa produttrice Dirtyflix realizza video sullo stile nerd. Il sito è… (no, non ve lo diciamo).

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Da ‘La trilogia del male’ a ‘La moglie perfetta’, i misteri del Commissario Balistreri

prev
Articolo Successivo

Andrea Camilleri, in viaggio con lui nelle città che più ha amato: “Roma? Era magica, ora è cambiata. Quel disgraziato che diventerà sindaco…”

next