Picchiati, ingozzati di cibo a forza, insultati e chiusi nelle loro stanze senza la possibilità di uscire. Sono solo alcune delle violenze e delle umiliazioni scoperte dai carabinieri del Nas di Roma e da quelli di Frascati su 16 ragazzi con gravi disabilità ricoverati nel Centro di Riabilitazione neuropsichiatrico di Grottaferrata. Cinque di loro sono minori di 14 anni, alcuni di anni ne hanno solo 8. Tre erano stati addirittura segregati.

L’operazione degli investigatori dell’Arma ha portato all’arresto di dieci dipendenti: uno in carcere, gli altri 9 ai domiciliari. Le ordinanze sono state emesse dalla procura di Velletri. Le accuse a vario titolo sono di maltrattamenti e sequestro di persona.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: il tuo contributo è fondamentale

Il tuo sostegno ci aiuta a garantire la nostra indipendenza e ci permette di continuare a produrre un giornalismo online di qualità e aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per il nostro futuro.
Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Carnevale, sindaco di Soncino boccia la locandina di Renzi con parrucca e rossetto: “Rispetto istituzionale”

next
Articolo Successivo

Papa Francesco: “Napolitano e Bonino tra i grandi dell’Italia di oggi”. Con loro sindaco di Lampedusa Giusy Nicolini

next