Quo Vado? di Checco Zalone raddoppia. Dopo aver frantumato ogni record nel primo giorno di programmazione con quasi 7 milioni di incasso e quasi un milione di biglietti staccati il comico raggiunge la quota di 14 milioni. L’effetto Zalone è così potente da aver spinto il ministro della Cultura a un ringraziamento pubblico su Twitter.

Che potesse essere un successo era prevedibile. Il precedente Sole a catinelle aveva già mostrato le potenzialità dell’attore pugliese. Questo quarto film inoltre è anche apprezzato da alcuni critici. Tra gag irresistibili e citazioni de La Grande Bellezza “la pellicola fa registrare un salto di qualità specie nella scrittura di una storia non più totalmente piegata sul carisma dell’indiscusso protagonista – scriveva Anna Maria Pasetti sul Fatto.it – ma ben equilibrata sulle svolte narrative e su personaggi piccoli ma definiti, specie sull’outsider Sonia Bergamasco in uno dei suoi rari ruoli in un film comico. Il focus di Quo Vado? è un’elaborazione in chiave ironica del “posto fisso”, ossessione di Checco, quarantenne qualunque del sud Italia”. E gli italiani, per ora, hanno dimostrato di apprezzare molto.

Sostieni ilfattoquotidiano.it ABBIAMO DAVVERO BISOGNO
DEL TUO AIUTO.

Per noi gli unici padroni sono i lettori.
Ma chi ci segue deve contribuire perché noi, come tutti, non lavoriamo gratis. Diventa anche tu Sostenitore. CLICCA QUI
Grazie Peter Gomez

Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Quo Vado? Dopo Pavlov ecco lo stimolo-risposta Zalone. Anche Renzi e famiglia al cinema

next
Articolo Successivo

Carol, il film perfetto sull’amore tra due donne e sul diritto alla diversità con Cate Blanchett e Rooney Mara

next