La centenaria Bianca Maria Hoepli contro il nipote 80enne Ulrico Carlo. In una battaglia a colpi di carte bollate sfociata nel sequestro del pacchetto di maggioranza della storica casa editrice milanese, che ora di fatto è gestita da un custode nominato dal tribunale di Milano. Secondo il Corriere della Sera Bianca Maria, sorella del defunto Ulrico, rivendica di aver diritto al 60% delle azioni in quanto erede universale dell’altro fratello, Gianni Enrico, scomparso nel 2006. A sostegno della sua richiesta c’è un documento datato 1954, sottoscritto dai tre fratelli, in base al quale i due maschi avevano diritto ognuno al 40% della società mentre alla sorella sarebbe andato il 20%.

Morto Gianni Enrico, però, il suo pacchetto è finito al nipote Ulrico Carlo, passaggio che Bianca Maria contesta. Di qui, scrive il quotidiano di via Solferino, le due cause promosse nel cantone svizzero di Zugo e a Vaduz, in Liechtenstein, dove hanno sede rispettivamente le fiduciarie a cui ora fa ufficialmente capo la proprietà e l’effettiva proprietà delle azioni. In attesa dell’esito, la sezione specializzata in materia societaria del tribunale di Milano ha deciso per il sequestro cautelare riconoscendo “il rischio derivante da un trasferimento delle azioni a terzi”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili

Il Fatto Personale

di Antonio Padellaro 12€ Acquista
Articolo Precedente

Salva Banche, protesta dei risparmiatori alla sede dell’Etruria di Civitavecchia

next
Articolo Successivo

Fondi pubblici a tv e radio locali, Corte dei Conti boccia ministero Sviluppo: “Aiuti a pioggia senza rendicontazione”

next