Lunedì è morto a Ibiza, all’età di cinquantuno anni, Paul Walden. A darne la notizia il The Guardian, nella versione online. Il nome Paul Walden, probabilmente, non vi dirà niente. In realtà il musicista e dj scomparso a Ibiza è stato famosissimo nel 1990, grazie a una delle hit più ballate di quell’anno, con un ritorno di popolarità nel 2012. Paul Walden era infatti meglio noto come Guru Josh, che regno’ sulle piste da ballo nel 1990 con la hit ‘Infinity’, tornata in auge nel 2012 in una versione rivista e aggiornata.

Sulle ragioni della morte non si è fatta ancora chiarezza. A darne notizia un suo collaboratore, nome noto del mondo della dance, Darren Bailie, che ha fatto sapere sulla sua pagina Facebook della scomparsa di Guru Josh in maniera alquanto bizzarra. Ha infatti dato la notizia sottolineando come il quotidiano britannico si sia sbagliato usando una sua foto, invece che quella del suo socio, e dicendo poi che a morire non era stato lui ma Paul Walden. A chiudere il sinistro post un classico RIP Paul.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Pedofilia online, l’inchiesta dalla Norvegia: in testa alla classifica di chi scarica file illegali Germania e Usa

prev
Articolo Successivo

Capodanno 2016 in piazza con Caparezza, Negramaro, Capossela, De Gregori, Subsonica, Elio, Arbore

next