Un milione di euro di tasse evase. E’ questa l’accusa della procura di Roma a Gigi D’Alessio. Il cantante napoletano – come riportato dal Corriere della Sera e da Il Mattino – è stato iscritto nel registro degli indagati per evasione fiscale. “Sono convinto che l’atto che mi è stato notificato sia un atto a tutela, che mi consentirà di dimostrare, nelle opportune sedi, la mia totale estraneità a fatti che non mi sono ancora chiari e noti”, questo il primo commento del cantante napoletano che aggiunge: “E’ giusto che la magistratura faccia le verifiche che riterrà opportune. Resto, come è naturale che sia, a disposizione dell’autorità giudiziaria”.

La settimana scorsa la Guardia di Finanza ha perquisito la villa di D’Alessio nel quartiere romano dell’Olgiata. Il pm Francesco Saverio Musolino ha aperto un fascicolo per occultamento o distruzione di documenti contabili. Secondo il quotidiano di via Solferino, il contabile del cantante sarebbe nel mirino del pm. Intanto, il 5 novembre l’artista partenopeo sarà davanti al giudice per l’udienza preliminare di Roma che deciderà se rinviarlo a processo o meno per rapina. L’11 gennaio 2007, infatti, D’Alessio si impossessò della macchina fotografica di due paparazzi che si erano piazzati fuori dalla sua villa romana. Per questo i due fotografi lo denunciarono.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Genova, furto nella villa di Paolo Emilio Taviani. Rubati documenti e lettere

next
Articolo Successivo

Vaticano, padre Lombardi risponde a coming out di monsignor Charamsa: “Scelta grave e irresponsabile”

next