Oggi, insieme ai ragazzi e alle ragazze della comunità San Benedetto di Don Gallo, andrò a Ventimiglia. Loro porteranno aiuti alimentari per i migranti costretti sugli scogli, io della vernice bianca. Sceglieremo insieme a loro uno scoglio e ognuno che lo vorrà lascerà su quello l’impronta a vernice della propria mano. Un segno umano che rimanga ancora un po’ per la memoria anche quando, speriamo presto, nessuno sarà più prigioniero tra il mare e l’Europa. La memoria di un dramma e di una vergogna. Memoria di umanità tradita, di indifferenza e cinismo politico ma anche di solidarietà e accoglienza per quelli che vorranno aggiungere la loro impronta a quella dei migranti. Spero saranno in molti, persone comuni, intellettuali, gente dello spettacolo e artisti a contribuire con la loro impronta a far sì che si erga questo semplice ma importante monumento di roccia e mani. Affermazione di presenza, monito a chi ferocemente ne nega il diritto.

Da Il Fatto Quotidiano del 25 giugno 2015

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Diventa Sostenitore
Articolo Precedente

Droga, arrestato per spaccio il fratello di Scarantino, il falso pentito di via d’Amelio

prev
Articolo Successivo

Capotreno aggredito a Monza dopo aver chiesto il biglietto, fermati 3 ragazzi

next