Il succo è in testa e in coda. Il Napoli a Torino oggi (sabato) alle 18. Quarantott’ore dopo, il derby della Capitale. In tre per due posti in Champions. Benitez ha scoperto da Mancini che la Juventus in panciolle – appagata ora anche dalla vittoria in Coppa Italia – ha ancora fame. Garcia si ritrova una Lazio con il dente avvelenato per aver perso la finale ai supplementari. Incroci ad alta tensione a Torino e a Roma. A Marassi invece Genoa e Inter si giocano l’Europa League con i rossoblù appesi a una licenza Uefa che difficilmente verrà concessa e l’Inter che finendo in Europa dovrà fare i conti con la multa per il fair play finanziario. Non sempre sbarcare nelle competizioni continentali è un bene. Spettatrice interessata è la Sampdoria, in campo a Empoli nell’anticipo di mezzogiorno. La Fiorentina va a Palermo, dove i tifosi rosanero saluteranno Dybala. Ultima davanti al proprio pubblico anche per il Milan che ospita domenica sera il Torino. Le altre partite hanno poco da dire: Cesena-Cagliari si giocano l’orgoglio dopo la retrocessione, il Parma dà l’arrivederci – quanto lungo? – alla A.

JUVENTUS-NAPOLI (23/5 ore 18)
Juventus: Buffon, Padoin-Barzagli-Ogbonna- Asamoah, Pogba-Marchisio-Sturaro, Pereyra, Morata-Coman (all. Allegri)

•Altro stop per Romulo, rientrato da poco dopo un infortunio. Contro il Napoli assente anche Lichtsteiner (squalificato). Partono titolari Pogba, Marchisio e Morata.
Indisponibili: Caceres, Romulo. Squalificati: Lichtsteiner

Napoli: Andujar, Maggio-Albiol-Britos-Ghoulam, David Lopez-Inler, Callejon-Hamsik-Mertens, Higuain (all. Benitez)

•Ballottaggio aperto alle spalle di Higuain, con Insigne e Gabbiadini che scalpitano. In difesa Benitez ripesca Britos vista l’assenza per squalifica di Koulibaly.
Indisponibili: Zuniga, Mesto, De Guzman, Michu, Zapata. : Koulibaly.

GENOA-INTER (23/5 ore 20.45)
Genoa: Perin, Roncaglia-Burdisso-De Maio-Edenilson, Rincon-Tino Costa-Bertolacci, Iago Falque-Pavoletti-Lestienne (all. Gasperini)

•Per uno recupero (De Maio che torna al centro della difesa), Gasperini si ritrova a fare i conti con una lunga serie di infortunati. In attacco Pavoletti confermato al centro con Iago Falque e Lestienne ai lati (tra i convocati spunta Perotti).
Indisponibili: Ariaudo, Marchese, Niang Borriello. Squalificati: nessuno.

Inter: Handanovic, D’Ambrosio-Ranocchia-Juan Jesus-Nagatomo, Brozovic-Medel-Kovacic, Hernanes-Icardi-Palacio (all. Mancini)

•Hernanes scalza Shaqiri dall’undici titolare, dove torna Nagatomo. A centrocampo Kovacic dovrebbe prendere il posto di Guarin accanto a Brozovic e Medel.
Indisponibili: Dodò, Vidic, Jonathan, Guarin, Podolski. Squalificati: nessuno.

EMPOLI-SAMPDORIA (24/5 ore 12.30)
Empoli: Bassi, Hysaj-Rugani-Barba-Mario Rui, Signorelli-Valdifiori-Croce, Saponara, Tavano-Maccarone (all. Sarri)

•Sarri deve rinunciare a Verdi, fermato dal giudice sportivo, mentre in attacco dovrebbe dare spazio a Tavano accanto a Maccarone. In porta ci sarà ancora il secondo Bassi.
Indisponibili: Guarente. Squalificati: Verdi.

Sampdoria: Viviano, De Silvestri-Silvestre-Romagnoli- Regini, Acquah-Palombo-Obiang, Soriano, Eto’o-Muriel (all. Mihajlovic)

•Un solo dubbio nell’undici anti-Empoli: a centrocampo Palombo è in vantaggio su Duncan ma non è ancora certo della maglia da titolare. Okaka ancora fuori dall’idea di partenza di Mihajlovic: in attacco ci sarà la coppia Eto’o-Muriel.
Indisponibili: Mesbah, Eder. Squalificati: nessuno.

CESENA-CAGLIARI (24/5 ore 15)
Cesena: Agliardi, Perico-Capelli-Krajnc- Renzetti, Cascione-De Feudis-Tabanelli, Brienza, Defrel-Rodriguez (all. Di Carlo)

•Tanti nodi ancora da scegliere vista la partita senza obbiettivi di entrambe le squadre. Di Carlo potrebbe fare ricorso a molte seconde linee. Tra questi Tabanelli in mediana dopo un lungo periodo di stop dovuto a un infortunio.
Indisponibili: Cazzola, Valzania, Carbonero, Marilungo, Pulzetti. Squalificati: nessuno.

Cagliari: Brkic, Balzano-Ceppitelli-Rossettini- Murru, Dessena-Crisetig-Ekdal, Joao Pedro, Farias-Cop (all. Festa)

•Formazione praticamente fatta per Festa a parte il ballottaggio Ceppitelli-Diakité al centro della difesa. Murru e Joao Pedro dovrebbe essere preferiti ad Avelar e Mpoku, entrambi non al meglio.
Indisponibili: Pisano, Conti, Cossu. Squalificati: nessuno.

CHIEVO-ATALANTA (24/5 ore 15)
Chievo: Bardi, Frey-Dainelli-Cesar-Biraghi, Schelotto-Radovanovic-Izco- Birsa, Meggiorini-Paloschi (all. Maran)

•Bardi tra i pali e Dainelli centrale di difesa dovrebbero essere due scelte sicure di Maran. In avanti invece Pellissier spinge per una maglia da titolare da strappare a Meggiorini o Paloschi.
Indisponibili: Gamberini, Mattiello, Christiansen, Hetemaj. Squalificati: nessuno.

Atalanta: Sportiello, Bellini-Biava-Masiello-Dramè, Zappacosta-Cigarini-Baselli- Gomez, Moralez, Bianchi (all. Reja)

•Quattro squalifiche pesanti per Reja che deve rinunciare a Denis, Pinilla, Carmona e Migliaccio. Dovrebbero quindi rivedersi Moralez e Bianchi e il tecnico dovrebbe virare verso il 4-4-1-1 con Zappacosta favorito su D’Alessandro come esterno.
Indisponibili: Raimondi, Estigarribia. Squalificati: Carmona, Migliaccia, Pinilla, Denis.

PALERMO FIORENTINA (24/5 ore 15)
Palermo: Sorrentino, Vitiello-Gonzalez-Andelkovic, Rispoli-Rigoni-Jajalo-Lazaar, Vazquez, Belotti-Dybala (all. Iachini)

•Out Chochev in mediana (squalificato) dovrebbe esserci Jajalo nella linea a 4 davanti alla quale Vazquez agirà da trequartista e in attacco si vedrà la coppia Belotti-Dybala, con l’argentino ai saluti finali al Renzo Barbera.
Indisponibili: Bolzoni, Morganella. Squalificati: Chochev.

Fiorentina: Neto, Savic-Rodriguez-Basanta- Pasqual, Fernandez-Pizarro-Borja Valero, Joaquin-Ilicic-Salah (all. Montella)

•Ilicic preferito a Gomez e Gilardino come perno dell’attacco, completato da Joaquin e Salah. Confermato Pizarro in regia. In difesa consueta linea a quattro.
Indisponibili: Richards, Babacar, Rossi. Squalificati: Diamanti.

PARMA-VERONA (24/5 ore 15)
Parma: Mirante, Mendes-Lucarelli-Feddal-Gobbi, Varela-Jorquera-Nocerino, Ghezzal-Palladino-Mauri (all. Donadoni)

•Tre infortunati e Cassano in dubbio per l’ultima al Tardini del Parma. Donadoni verso il 4-3-3 con Ghezzal e Mauri ai lati di Palladino.
Indisponibili: Bajza, Costa, Santacroce. Squalificati: nessuno.

Verona: Rafael, Pisano-Moras-Marquez-Agostini, Obbadi-Tachtsidis- Hallfredsson, Sala-Toni-Jankovic (all. Mandorlini)

•Certo il tridente con l’avanzamento di Sala, visto l’infortunio di Juanito Gomez. Agostini si gioca una chance da titolare. Out Juanito Gomez.
Indisponibili: Ionita, Gomez. Squalificati: nessuno.

UDINESE-SASSUOLO (24/5 ore 15)
Udinese
: Karnezis, Widmer-Danilo-Bubnijc-Piris, Guilherme-Allan-Badu, Kone, Thereau-Di Natale (all. Stramaccioni)

•Si tenta un recupero lampo per Di Natale, assente domenica scorsa e allenatosi a singhiozzo in settimana. Potrebbe infatti essere l’ultima di Totò al Friuli. Fuori Heurtaux per squalifica, Bubnijc è favorito su Domizzi per il ruolo di centrale.
Indisponibili: Wague, Lucas Evangelista, Hallberg. Squalificati: Heurtaux

Sassuolo: Consigli, Fontanesi-Cannavaro-Acerbi- Peluso, Biondini-Magnanelli-Taider, Berardi-Zaza-Sansone (all. Di Francesco)

•Missiroli squalificato, c’è Manganelli a centrocampo. Mentre in difesa il posto di Vrsaljko dovrebbe essere preso dal giovane Fontanesi. In attacco confermato il tridente base.
Indisponibili: Antei, Donis, Terranova, Vrsaljko, Polito. Squalificati: Missiroli.

MILAN-TORINO (24/5 ore 20.45)
Milan: Diego Lopez, Abate-Paletta-Alex-Bocchetti, Van Ginkel-De Jong-Poli, Honda-Pazzini-Cerci (all. Inzaghi)

•Il Milan si conceda da San Siro senza Menez, Suso e Bonaventura assenti per squalifica. Out anche De Sciglio e Antonelli. Cerci ed El Sharaawy si giocheranno una maglia da titolare in attacco, dove Pazzini insidia Destro.
Indisponibili: Montolivo, De Sciglio, Antonelli. Squalificati: Suso, Bonaventura, Menez.

Torino: Padelli-Jansson-Glik-Moretti, Bruno Peres-Benassi-Gazzi-El Kaddouri-Darmian, Martinez-Amauri (all. Ventura)

•Ventura si gioca le ultime chance europee senza Quagliarella e Maxi Lopez. Assenti anche Farnerud (stagione finita) e Maksimovic (squalificato). Verrà inserito Jansson nella linea a tre e in attacco la scelta è obbligata.
Indisponibili: Bovo, Farnerud, Maxi Lopez, Quagliarella. Squalificati: Maksimovic.

LAZIO-ROMA (25/5 ore 18)
Lazio
: Marchetti, Basta-Gentiletti-De Vrij-Lulic, Parolo-Cataldi, Candreva-Mauri-Felipe Anderson, Klose (all. Pioli)

•Si svuota l’infermiera, a parte i lungodegenti. Pioli sembra orientale a modulare un 4-2-3-1 con Mauri a comandare le operazioni alle spalle di Klose. Ballottaggio a centrocampo tra Cataldi e Ledesma.
Indisponibili: Ederson, Biglia. Squalificati: nessuno.

Roma: De Sanctis, Florenzi-Astori-Manolas- Torosidis, Pjanic-De Rossi-Nainggolan, Iturbe-Totti-Ibarbo (all. Garcia)

•Iturbe scalza Ljajic nelle gerarchie di Garcia. Per il resto la formazione è fatta: Totti al centro dell’attacco con Ibarbo largo a sinistra. Florenzi ancora terzino.
Indisponibili: Castan, Strootmaan, Gervinho. Squalificati: nessuno.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Diventa Sostenitore
Articolo Precedente

Il Genoa di Iago Falque sfodera il miglior calcio, ma la favola è rovinata dai conti

prev
Articolo Successivo

Juventus, dopo il 3 a 1 con il Napoli festa scudetto nello Stadium (FOTO)

next