“Abbiamo attraversato una fase emergenziale di crisi economica. Ne siamo fuori? Credo di sì, perché segnali univoci, pur timidi, vanno in quella direzione”. Con queste parole il presidente del Consiglio, Matteo Renzi, parlando alla cerimonia di inaugurazione dell’anno accademico 2015 della Scuola Superiore di Polizia, ha certificato che l’Italia è uscita dal tunnel della crisi e che la ripresa è ufficialmente iniziata. “Il nostro Paese – ha spiegato Renzi – ha vissuto la crisi più grave dal dopoguerra. Male, come siamo andati in questi tre anni, non siamo mai andati: la disoccupazione è cresciuta di quasi un milione di persone. E – sottolinea – se qualcuno parla di decrescita felice, bisognerebbe farlo vedere da gente brava. L’indice di stanchezza e rassegnazione è arrivata ai massimi livelli”  di Manolo Lanaro

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Crisi e territorio, Coop Costruzioni: l’emblema del fallimento

next
Articolo Successivo

Big Pharma: caso Sovaldi, i costi folli dei farmaci pagati con la vita

next