“Abbiamo attraversato una fase emergenziale di crisi economica. Ne siamo fuori? Credo di sì, perché segnali univoci, pur timidi, vanno in quella direzione”. Con queste parole il presidente del Consiglio, Matteo Renzi, parlando alla cerimonia di inaugurazione dell’anno accademico 2015 della Scuola Superiore di Polizia, ha certificato che l’Italia è uscita dal tunnel della crisi e che la ripresa è ufficialmente iniziata. “Il nostro Paese – ha spiegato Renzi – ha vissuto la crisi più grave dal dopoguerra. Male, come siamo andati in questi tre anni, non siamo mai andati: la disoccupazione è cresciuta di quasi un milione di persone. E – sottolinea – se qualcuno parla di decrescita felice, bisognerebbe farlo vedere da gente brava. L’indice di stanchezza e rassegnazione è arrivata ai massimi livelli”  di Manolo Lanaro

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Diventa Sostenitore
Articolo Precedente

Crisi e territorio, Coop Costruzioni: l’emblema del fallimento

prev
Articolo Successivo

Big Pharma: caso Sovaldi, i costi folli dei farmaci pagati con la vita

next