Zayn Malik, membro dell’osannata boy band One Direction, è al centro di una feroce polemica a causa di un giudizio sulla guerra di Gaza espresso su Twitter. “#FreePalestine“, ha twittato la giovanissima popstar, esprimendo un appoggio netto alla causa del popolo palestinese contro le operazioni militari israeliane sulla Striscia. Un tweet che ha avuto una larghissima eco mediatica, in virtù del vasto numero di follower di Malik: 13 milioni di persone. Il messaggio ha scatenato una forte polemica e i suoi “seguaci” si sono divisi tra coloro che hanno condiviso il “cinguettio”, circa 200 mila utenti, e chi non ha digerito l’appello: “Ammazzati” o “Fatti ammazzare”, gli hanno risposto gli utenti più infuriati. “Io ho 15 secondi per raggiungere un rifugio” in caso di missili, argomenta una ragazza. “Hamas vuole la mia morte – continua – Israele ha diritto a difendersi”. 

 

Sostieni ilfattoquotidiano.it: se credi nelle nostre battaglie, combatti con noi!

Sostenere ilfattoquotidiano.it vuol dire due cose: permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, gratuito per tutti. Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte per portare avanti insieme le battaglie in cui crediamo con idee, testimonianze e partecipazione. Il tuo contributo è fondamentale. Sostieni ora

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Gaza: onore ad Udi Segal, obiettore di coscienza israeliano

next
Articolo Successivo

Spagna, il ‘nuovo’ Re Felipe VI e la trasparenza

next