Senza pantaloni, senza mutande, senza scarpe e pure senza mantello, TurboRenzi prosegue la sua inossidabile opera. A proteggerlo c’è il voto dei cittadini…

LEGGI LA STRISCIA COMPLETA DI STEFANO DISEGNI 

Sostieni ilfattoquotidiano.it ABBIAMO BISOGNO
DEL TUO AIUTO.

Per noi gli unici padroni sono i lettori.
Ma chi ci segue deve contribuire, se vuole continuare ad avere un'informazione di qualità. Diventa anche tu Sostenitore. CLICCA QUI
Grazie Peter Gomez

Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Il re è nudo

next
Articolo Successivo

L’ultimo spenga la luce

next