Il pubblico ministero Alberto Pioletti avrebbe voluto archiviare, il giudice per le indagini preliminari del tribunale di Roma Rosaria Monaco ha respinto la richiesta. Alla fine è intervenuto il procuratore generale di Roma che ha avocato l’indagine sull’ex presidente dell’Inps Antonio Mastrapasqua che ha affidato il fascicolo a un altro magistrato, Otello Lupacchini. Mastrapasqua è indagato (insieme agli imprenditori Marco Tronchetti Provera e Alfredo Romeo) per abuso d’ufficio e truffa aggravati in relazione alla gestione, negli ultimi sette anni, del patrimonio immobiliare dell’Inps. L’inchiesta riguarda la gestione di oltre 13mila palazzi che è stata affidata senza gara, prima nel 2006 e, per proroga, nel 2010, a tre società private tramite contratti poco convenienti nonostante, in teoria, lo scopo dell’operazione doveva essere valorizzare gli immobili dell’ente di previdenza. L’Inps pagava alle tre assegnatarie dell’appalto di gestione (44 milioni di euro in tre anni) cifre superiori a quelle che avrebbe potuto incassare con i canoni di affitto degli stessi edifici. L’operazione quindi era in perdita.

Questo, secondo la ricostruzione iniziale, ha prodotto un buco di bilancio di oltre 100 milioni di euro negli anni 2008-2011, di cui 55 milioni di euro soltanto nel 2010, anno in cui si registra un’impennata delle perdite ingentissima (oltre l’800%). “Le condotte suddette – scriveva il gip durante l’inchiesta – sono state poste in essere attestando, contrariamente al vero, la convenienza economica del servizio, sia nelle determine presidenziali che disponevano la proroga (da qui l’accusa di falso e abuso d’ufficio a carico di Mastrapasqua) sia nei successivi atti della direzione centrale che vi davano consapevole esecuzione, sia nei successivi atti negoziali rogati davanti al pubblico ufficiale per regolare la proroga del servizio di gestione”. Romeo, tra gli altri indagati, era stato arrestato per un giro di appalti truccati a marzo del 2010, ma la sua società ha continuato ad essere titolare del contratto di gestione degli immobili dell’ente presieduto da Mastrapasqua.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Processo Mediaset, in indagine su usura le telefonate di un giudice che condannò B

next
Articolo Successivo

Dell’Utri: il condannato per l’omicidio Rostagno “mediava” per i suoi crediti

next