In occasione del mese mondiale della Medicina omeopatica, torna il prossimo 10 aprile “Omeopatia porte aperte(1). Nell’ambito dell’iniziativa, il Presidio Omeopatia Italiana offrirà un check-up omeopatico gratuito effettuato da medici omeopati e medici veterinari omeopati di tutta Italia che offrono la loro professionalità. Attraverso il sito del Presidio Omeopatia Italiana è possibile prenotare la prima visita omeopatica e trovare il medico più vicino.

L’iniziativa, giunta alla sua III Edizione, nasce per informare sul diritto alla salute basato sul principio del “curare senza nuocere” e promuovere una terapeutica più sostenibile. Un’esigenza, quest’ultima, che appare di fondamentale importanza in un momento in cui l’approccio alla salute è di norma caratterizzato da una tendenza all’eccessiva medicalizzazione.

La reazione a tale tendenza si è concretizzata recentemente nella nascita della “Slow Medicine”: una medicina sobria, rispettosa e giusta. Principi che da sempre vengono perseguiti in ambito omeopatico
Nel nostro Paese si curano omeopaticamente 8 milioni di persone e i medici che prescrivono rimedi omeopatici sono circa 20 mila. Dopo Francia e Germania, l’Italia è il terzo Paese con un trend in costante aumento.

In particolare, in Italia, l’omeopatia “è donna”. Il 72% delle donne italiane conosce l’omeopatia e almeno una volta ha utilizzato medicinali omeopatici, come emerso da una ricerca sull’omeopatia e sulla salute femminile condotta dall’Osservatorio Nazionale sulla Salute della Donna su un campione di 1000 donne di età compresa tra i 25 e i 54 anni.

I medicinali omeopatici vengono  percepiti come un’opportunità terapeutica nel trattamento di numerose patologie come l’influenza, disturbi del sonno e allergie stagionali. Anche in altri ambiti, tuttavia, si sta rafforzando l’integrazione fra omeopatia e allopatia. È il caso per esempio dell’oncologia, dove i preparati omeopatici sono utilizzati a supporto nel mitigare gli effetti indesiderati delle cure antitumorali e aiutare quindi a migliorare la qualità di vita del paziente.

(1) “Omeopatia Porte Aperte” è promossa da Ce.M.O.N. – PRESIDIO OMEOPATIA ITALIANA con il supporto e la collaborazione di LUIMO (Associazione per la Libera Università Internazionale di Medicina Omeopatica), FIAMO (Federazione Italiana Associazioni e Medici Omeopati), SIMO (Società Italiana di Medicina Omeopatica), SIOV (Società Italiana di Medicina Omeopatica) e Associazione per la Medicina Centrata sulla Persona ONLUS

Fatto for future - Ricevi tutti i giovedì la rubrica di Mercalli e le iniziative più importanti per il futuro del pianeta.

ISCRIVITI

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Meningite B, in Uk nuovo vaccino gratuito a disposizione. “Si renda obbligatorio”

next
Articolo Successivo

“Pronti i primi materiali viventi”, così gli scienziati copiano e riproducono la natura

next