È lunedì, ci piaccia o meno, e oltre a dover affrontare una nuova settimana di lavoro, comincia anche una nuova settimana televisiva. Su RaiUno, ultima parte della serie Gli anni spezzati, dedicata agli anni di piombo. Dopo il commissario e il giudice, stasera tocca all’ingegnere. Gli ultimi due episodi racconteranno la storia di un dirigente Fiat, interpretato da Alessio Boni, alle prese con licenziamenti e scontri politici dentro la fabbrica. Dopo le tante critiche ricevute per i primi due capitoli della miniserie, l’assenza di un personaggio realmente esistito potrebbe aiutare a evitare strafalcioni storici. Su RaiDue, invece, torna Costantino della Gherardesca dopo il successo di critica e pubblico del suo Pechino Express. Il nuovo programma si chiama Boss in incognito e racconterà l’esperienza da dipendente neoassunto di grandi top manager italiani.

Nuovo appuntamento con Presa diretta e Riccardo Iacona su RaiTre. Stasera si parlerà di Telecom Italia, madre di tutte le privatizzazioni e anche di tanti, troppi fallimenti tutti italiani. Su Canale5, secondo appuntamento con la seconda stagione de Il tredicesimo apostolo, con Claudio Gioè e Claudia Pandolfi. Tra soprannaturale e intrighi, alla serie va almeno dato atto di tentare una via nuova e inesplorata per la fiction italiana. Comicità targata Zelig su Italia1, con la nuova edizione low profile del cabaret più famoso d’Italia. Conducono Elisabetta Canalis, Katia Follesa e Davide Paniate. Tornano anche i talk show politici con Quinta colonna di Paolo Del Debbio su Rete4 e Piazzapulita su La7. Gli ospiti di Riccardo Formigli saranno Matteo Richetti del Pd, Daniela Santanchè di Forza Italia, Bianca Berlinguer, Fabrizio Rondolino, Claudio Velardi, la costituzionalista Lorenza Carlassare e il redivivo leader no global Luca Casarini.

In occasione della Giornata della Memoria, sono i canali del digitale terrestre a dedicare la loro prima serata all’evento. Su Iris, il capolavoro di Steven Spielberg Schindler’s List, con Liam Neeson, mentre Rai5 trasmette il concerto I violini della speranza, in diretta dall’Auditorium di Roma. A seguire, il documentario Suoni dal silenzio del giornalista Roberto Olla. Su LaEffe, invece, va in onda Conspiracy – Le origini della Shoah, film dal grande cast che racconta la pianificazione dell’Olocausto da parte dei nazisti.

Horror cult su Italia2, che trasmette il primo spaventoso capitolo della saga Hostel. Sul satellite, XFactor Usa su SkyUno, con una nuova puntata in prima tv italiana, mentre Fox trasmette The Americans, la serie che racconta la vita in incognito di due spie russe nell’America degli anni Ottanta. Da non perdere, su SkyArte, il documentario Hollywood e l’Olocausto, che racconta l’ambiguo rapporto tra cinema americano e nazismo negli anni Trenta e Quaranta. Su SkyCinema1, va in onda il delizioso Quartet di Dustin Hoffman, con una Maggie Smith in splendida forma, mentre SkyCinema Comedy trasmette il cult Zoolander, con Ben Stiller e Owen Wilson.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Diventa Sostenitore