Non ho mai vinto un premio
non ho mai picchiato un uomo
non ho mai fumato crack
non ho mai mai baciato un prete
non ho mai sparato
saltato in lungo
visto un grande obeso americano
pisciato dalla finestra
leccato un rospo
non ho mai usato margarina
non ho mai visto mio padre piangere
non ho mai scritto testamento
non ho mai dovuto chiedere pietà
non ho mai lasciato una fetta di pizza nel piatto
non ho mai buttato un libro
partecipato a un’orgia
urlato a un bambino
allestito un presepe
pisciato nel cesso di un aereo
pagato per scopare
rubato
pianto davanti a un amico
letto il corano
fatto colazione da solo in autogrill
mangiato fegato alla veneziana
lavato un’auto
vomitato sulla tastiera di un organo
non ho mai giocato a tennis
non ho mai perso soldi al gioco
non ho mai avuto veramente fame
non ho mai baciato un uomo
non ho mai abbattuto un albero
non ho mai assunto psicofarmaci
non ho mai giocato nella nazionale di calcio
non ho mai salvato qualcuno che stava per affogare
non ho mai conosciuto mio nonno Guido
non ho mai sputato in faccia a qualcuno
visto un cadavere
giocato a bridge
tirato di scherma
ballato la samba
nemmeno il tango, se è per questo
non ho mai abbaiato alla luna
né fatto le fusa 

non ho mai regalato fiori a una ragazza
di questo me ne rammarico
dice che non è mai troppo tardi
e io ci credo.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Cristicchi a teatro con Magazzino 18 tra foibe ed esodo istriano

prev
Articolo Successivo

Architettura & altro: linee, tracce

next