Un pasto caldo gratuito offerto a chi ne ha bisogno. A Milano, nei locali della scuola ebraica Merkos, nasce una nuova mensa sociale, unica nel suo genere per il momento in Italia: qui si cucina soltanto secondo le regole della kasherut, ovvero rispettando la dieta alimentare ebraica. L’iniziativa promossa da Merkos, ramo educativo del movimento Chabad Lubavitch, è la prima nel nostro paese, e arriva dopo la lunga esperienza israeliana – l’apertura della prima cucina sociale risale al 1700 – e quelle sperimentate in Brasile e Australia.

Inaugurata il 9 gennaio nella sede di viale delle Forze Armate, la mensa milanese mette a disposizione i pasti che oltre a poter essere ritirati sul luogo, possono essere consegnati a domicilio: i volontari si occupano di recapitare le pietanze d’asporto alle persone in situazioni di disagio. “L’apertura di una Cucina Sociale kosher a Milano, capitale italiana del volontariato, si inserisce perfettamente nel tessuto sociale e culturale di questa città tollerante, aperta, multietnica e multiculturale” ha commentato il direttore dell’istituto, Rav Igal Hazan.

La realizzazione del progetto ha avuto il sostegno di Enel Cuore, onlus che si occupa di assistenza sociale e sociosanitaria rivolta in particolare a bambini, anziani e persone con disabilità. “Da sempre operiamo in un’ottica di collaborazione e dialogo con il territorio – ha aggiunto il direttore – e questa iniziativa, aperta a tutta la cittadinanza, risponde ad un’urgente esigenza sociale dovuta alla pesante congiuntura economica”.

(Foto: Chabad.Italia)

www.puntarellarossa.it

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili

MANI PULITE 25 ANNI DOPO

di Gianni Barbacetto ,Marco Travaglio ,Peter Gomez 12€ Acquista
Articolo Precedente

Uomini ai fornelli: affittasi sexy cuochi a domicilio

next
Articolo Successivo

Chef Rubio si trasforma in un eroe “all’amatriciana”: dalla tv ai fumetti

next